Home » Articoli » Michel Benita Ethics: River Silver

Album Review

Michel Benita Ethics: River Silver

By

Sign in to view read count
Michel Benita Ethics: River Silver
A sei anni dal magnifico esordio, passato inosservato fuori dalla Francia (Ethics, Zig-Zag Territoires 2010), il quintetto di Michel Benita arriva al primo disco per la ECM, trovando finalmente una platea internazionale e numerosi estimatori. La musica e i protagonisti della formazione sono uno splendido esempio di quello che Giorgio Gaslini chiamava "Musica Totale." Strumentisti di differenti nazioni si confrontano in un dialogo che congiunge le dimensioni del tempo e dello spazio: passato e presente, Est/Ovest e Nord/Sud del mondo si fondono in una proposta tanto intima quanto ritmicamente movimentata, che si snoda tra sottigliezze cameristiche, radiose sonorità folk, improvvisazioni d'astratto lirismo, fondali sintetizzati e suoni elettrici.

Nel disco precedente queste diversità emergevano in modo variegato con vivi contrasti cromatici. Ora tende a prevalere il mood ECM, mettendo da parte il canto di Mieko Miyazaki e presentando interventi di chitarra elettrica e synth meno accentuati, il ruolo preminente del flicorno di Matthieu Michel, molto raccoglimento e un percorso musicale omogeneo, scritto in gran parte da Benita. Insomma il disco è qualcosa di nuovo e non è detto che sia dovuto all'influenza di Eicher: il quintetto opera da alcuni anni e non replica se stesso.

Resta però centrale il ruolo del koto, lo strumento a corde suonato magistralmente dalla Miyazaki, in un organico jazz d'impronta nord-europea. La dolcezza antica della cetra giapponese è un elemento caratterizzante della formazione e non solo un espediente per aggiungere fascino: i suoi costanti dialoghi con le limpide melodie del flicorno accentuano il lirismo trasognato di molti brani, in stretta relazione con le danzanti trame ritmiche che evitano cadute estetizzanti. Esemplare in questo senso è "Back from the Moon," il brano d'apertura che quasi un manifesto del disco.
Nei brani successivi si assiste al sottile cambiamento degli equilibri musicali, che vanno ad accentuare la dimensione astratta ("River Silver"), quella cantabile ("I See Attitudes," "Yeavering"), il confronto con tra suoni acustici ed elettronici ("Toonari") oppure privilegiano il libero confronto tra Benita e Miyazaki ("Hacihi Gatsu").
Un disco intenso e affascinante, che ha qualcosa da raccontare.

Track Listing

Back From The Moon; River Silver; I See Altitudes; Off The Coast; Yeavering; Toonari; Hacihi Gatsu; Lykken; Snowed In.

Personnel

Michel Benita: double bass; Matthieu Michel: flugelhorn; Mieko Miyazaki: koto; Eivind Aarset: guitar, electronics; Philippe Garcia: drums.

Album information

Title: River Silver | Year Released: 2016 | Record Label: ECM Records

Post a comment about this album

Tags

More

Persistence
Steve Knight
Stealin' Home: Jackie Robinson Suite
Bobby Bradford and Friends

Popular

Get more of a good thing

Our weekly newsletter highlights our top stories and includes your local jazz events calendar.