All About Jazz

Home » Articoli » Album Reviews

2

Zanussi 5: Live in Coimbra

Vic Albani By

Sign in to view read count
Nato a Oslo nel 1977 ma con un papà che sicuramente norvegese non è (e che quasi sicuramente non ha nemmeno a che fare con il famoso marchio di costruttori di cucine italiche), l'energetico contrabbassista italo-norvegese ha avuto la buona idea di registrare i propri interventi live tenuti il 31 maggio e il 1° giugno 2013 al Jazz ao Centro Festival di Coimbra (Portogallo) e di farne poi ascoltare il risultato agli usualmente molto svegli tipi della Clean Feed di Lisbona. Bene perché il risultato (che è poi raccolto in questo disco) è di quelli che fanno proprio piacere. A capo di un quintetto "tutto reeds" che fonda le sue basi nei territori della struttura melodica, Zanussi si muove con sicurezza in aree che, oggi, potrebbero troppo facilmente trasformarsi in pericolose sabbie mobili.

Il suo jazz, capace di combinare improvvisazione e prospettiva è vagamente surrealista ma sempre godibile e ricco di una certa qual curiosità ritmica che è forse il quid che ha poi tentato la Clean Feed. Sicuramente caleidoscopico, l'ensemble che guida risponde con assoluta sicurezza alla sfida compositiva regalando colori anche vagamente esotici che rimandano a temi cari agli amanti dei "Fifties" più ricercati.

Ma Per Zanussi non si ferma lì. Forse conscio del proprio livello di allievo segnalato dal famoso Conservatorio di Trondheim (vera fucina della new form norvegese dell'ultimo mezzo secolo) ma anche delle esperienze fatte accanto a gente del calibro creativo di Louis Moholo-Moholo, Hamid Drake ma anche Paal Nilssen-Love, Bugge Wesseltoft e Mats Gustafsson, ama il contrasto e il frequente cambio di tonalità, dando il gioco in mano alle tante "variabili della variabilità." Se poi, come input essenziale, si aggiungono energia e peculiari sequenze, la torta non può venire che sontuosa.

Mainstream moderno? Sinceramente non ce ne importa molto. Se la mente si alambicca a cercare inutili etichette, le orecchie -intanto -godono. I sedici minuti e mezzo dell'ultima traccia ("All Wrath") fanno davvero bene a corpo e anima.

Track Listing: Celestial; Blood Flower; Hidden People; Double Dream; All Wrath.

Personnel: Kjetil Moster: sassofono tenore e soprano, clarinetto; Jorgen Mathisen: sassofono tenore e clarinetto; Eirik Hegdal: sassofono baritono e clarinetto; Gard Nilssen: batteria; Per Zanussi: contrabbasso.

Title: Live in Coimbra | Year Released: 2015 | Record Label: Clean Feed Records

Tags

Watch

Jazz Near Trondheim
Events Guide | Venue Guide | Get App | More...

Shop for Music

Start your music shopping from All About Jazz and you'll support us in the process. Learn how.

Related Articles

Read So Us
So Us
By Geno Thackara
Read Dialogue
Dialogue
By Don Phipps
Read Break Up With the Sound
Break Up With the Sound
By C. Michael Bailey
Read Nikobo
Nikobo
By Ian Patterson
Read Frankenhorn
Frankenhorn
By Dan McClenaghan
Read Yesterdays
Yesterdays
By Don Phipps