All About Jazz

Home » Articoli » Album Review

Digital Primitives: Hum Crackle & Pop

BY

Sign in to view read count
Digital Primitives: Hum Crackle & Pop
Di digitale non c'è nemmeno l'ombra in Hum Crackle & Pop che, al contrario, è un'esplosione di musica primitiva, nel senso nobile del termine. A cominciare dagli strumenti, quelli inventati e costruiti artigianalmente da Cooper-Moore, le pelli e i cimbali della batteria di Chad Taylor, il metallo ricurvo, l'ebano, le ance di Assif Tsahar. Il gruppo si chiama provocatoriamente Digital Primitives e l'omonimo album d'esordio aveva lasciato il segno con la sua miscela di blues, funky, free jazz, ritmi africani, pop e quant'altro.

Hum Crackle & Pop prosegue il discorso iniziato due anni orsono valorizzando ulteriormente l'originale alchimia di strumenti e di suoni che il trio è in grado di produrre, confermando la lineare semplicità della struttura di base delle composizioni e la straordinaria qualità delle esecuzioni dove i musicisti riescono a trasformare ogni piccolo frammento ritmico-melodico, ogni scheggia sonora in improvvisazione ispirata.

Sul tappeto ritmico spesso ossessivo, ma di leggerezza sublime, imbastito da Chad Taylor, prende forma la combustione sonora attivata dalla strumentazione home-made di Cooper-Moore e attraversata dagli sfaccettati interventi di Assif Tsahar. Suoni provenienti da una giungla virtuale, slide guitar del delta, ruvidi blues urbani, spoken-jazz di rivendicazione sociale, infuocati assoli free sono solo alcuni degli aspetti che trasformano Hum Crackle & Pop in piacere per le orecchie, in viaggio sciamanico tra i segreti della musica popolare americana.

"Crackle & Pop" è un funky metropolitano squarciato da un sax tenore caldo e ruvido alla Shepp, "Love Truth" è un mid-tempo avvolgente, dal sapore pop/rock con il twinger di Cooper-Moore che suona come una chitarra elettrica abrasiva e distorta e i registri acuti di Tsahar che tolgono ogni elemento zuccherino al brano. "Hum" è un blues puro stile Canned Heat, ma il fiore all'occhiello del CD è una versione del classico "Over the Rainbow," breve, intensa, visionaria, con la melodia tracciata dal tenore allucinato ed un groviglio di distorsioni e ritmi spezzati a creare un decisivo contrasto.

Ascoltatelo ad alto volume Hum Crackle & Pop e se avvertite un irrefrenabile impulso a ballare assecondatelo, perché non capita tutti i giorni di poterlo fare con musica intelligente, ironica ma di grande spessore.

Track Listing

01. Walkabout (Tylor); 02. Crackle & Pop (Cooper-Moore/Taylor/Tsahar); 03. Love Truth (Cooper-Moore); 04. The People (Cooper-Moore); 05. Hum (Moore/Taylor/Tsahar); 06. Somewhere over.. (Arlen); 07. No Holiday (Moore/Taylor/Tsahar); 08. Herenowhere (Moore/Taylor/Tsahar); 09. For Fred Anderson (Tsahar/Taylor); 10. Twice (Moore/Taylor/Tsahar).

Personnel

Cooper-Moore (voce, banjo, twinger, didley-bow, mouth bow, flauto); Assif Tsahar (sax tenore, clarinetto basso); Chad Taylor (batteria, m'bira, percussioni).

Album information

Title: Hum Crackle & Pop | Year Released: 2009 | Record Label: Hopscotch Records

Post a comment about this album

Tags

Shop Amazon

More

Dedications
The Larry Douglas Alltet
Soul In Plain Sight
Angelika Niescier & Alexander Hawkins
What You Seek Is Seeking You
Nick Mazzarella / Ingebrigt Håker Flaten /...
All In
The Shuffle Demons
The 1959 Sessions
Stan Tracey Trio
Live 2020-2021
Bévort 3

Popular

12 Stars
Melissa Aldana
The 7th Hand
Immanuel Wilkins
2 Blues For Cecil
Andrew Cyrille, William Parker & Enrico Rava

Get more of a good thing

Our weekly newsletter highlights our top stories and includes your local jazz events calendar.