All About Jazz

Home » Articoli » Album Reviews

3

Eugenio Finardi: Fibrillante

Alberto Bazzurro By

Sign in to view read count
A quindici anni da Millennio, che nel 1999 chiudeva appunto il succitato, Eugenio Finardi torna con un nuovo album di inediti e non si può dire che non lasci il segno. Cosa colpisce? Diversi elementi. Anzitutto le sonorità, che qualcuno etichetterebbe come decisamente vintage, calate come sono nel clima tipico degli anni a cavallo fra Sessanta e Settanta. E poi i testi, le tematiche. Fibrillante, in effetti, è un album che una volta si sarebbe definito scopertamente militante. Ciò che del resto è: l'artista milanese non ha troppi peli sulla lingua, pur trascorrendo da pezzi più aspri, battaglieri (a partire dall'abito sonoro) ad altri decisamente più delicati, eleganti (che sono poi quelli che preferiamo), sempre e comunque col tratto comune di uno spiccato didascalismo.

Come accennavamo, ci convincono di meno gli episodi-pamphlet in cui il Nostro erutta la lava della propria indignazione su toni per nulla (o quasi) trasfigurati, sedimentati, sublimati (scelta assolutamente legittima, per carità), tipo la coppia iniziale, la stessa title-track, o il trittico di chiusura, sempre lievemente (talora neanche troppo) sopra le righe, fino all'epilogo, quel "Me ne vado" che è di fatto un recitativo, in sintonia col tono cronachistico-saggistico che lo informa.

Il meglio, a nostro giudizio, si annida così nelle tracce in cui la sublimazione di cui si diceva arriva, attraverso momenti che proprio in un tono più interiorizzato, di fatto ancor più doloroso e incisivo in quanto meno declamatorio, trovano la loro giusta, equilibrata epifania. Ci riferiamo a "Cadere sognare" (ospite Manuel Agnelli degli Afterhours), di morbida incisività, "La storia di Franco" e "Le donne piangono in macchina," due spaccati di vissuto tormentato e dolente tratteggiati con mano molto sensibile, la stessa "Lei s'illumina" (non a caso impreziosita dalla presenza del violoncello, come del resto la stessa "Storia di Franco").

Ecco: qui abbiamo la presunzione di intercettare il Finardi più denso di significato. Non senza apprezzarne la coerenza complessiva.

Track Listing: Aspettando; Come Savonarola; Lei s’illumina; Cadere sognare; La storia di Franco; Fibrillante; Le donne piangono in macchina; Fortefragile; Moderato; Me ne vado.

Personnel: Eugenio Finardi: voce; Giovanni Giuvazza Maggiore: chitarre, ebow, synth; Paolo Gambino: pianoforte, piano elettrico, synth; Marco Lamagna: basso elettrico; Claudio Arfinengo: batteria; Max Casacci: strumenti mutanti; Cecilia Salmè: violoncello; Manuel Agnelli: voce; Tommaso Cerasuolo: voce; Gigi Giancursi: voce; Vittorio Cosma: pianoforte; Patrizio Fariselli: pianoforte.

Title: Fibrillante | Year Released: 2014 | Record Label: Universal International

About Eugenio Finardi
Articles | Calendar | Discography | Photos | More...

Tags

Jazz Near Milan
Events Guide | Venue Guide | Get App | More...

Shop for Music

Start your music shopping from All About Jazz and you'll support us in the process. Learn how.

Related