All About Jazz

Home » Articoli » Album Reviews

0

Michael Gregory Jackson: Clarity

AAJ Italy Staff By

Sign in to view read count
Questo album del chitarrista Michael Gregory Jackson fu registrato nel 1976, un peridodo particolarmente intenso per il giovane musicista, nato nel 1953 nel Connecticut. Jackson sembrava essere il nuovo eroe della chitarra jazz, soprattutto per la sua partecipazione al disco Holding Together di Oliver Lake, oltre che per la sua presenza nella bella serie dal vivo denominata Wildflowers: The New York Loft Jazz Sessions. Cinque volumi registrati nel 1976 nel loft di Sam Rivers, pubblicati originariamente su vinile dalla etichetta Douglas, poi ripubblicati su CD dalla Knitting Factory Records una decina di anni fa. Una serie che ben rappresentava il suono che stava emergendo a New York in quegli anni. In quelle sessioni Jackson compare come leader di un quartetto stellare che comprende anche Oliver Lake, Fred Hopkins e Philip Wilson ed è presente anche due volte come sideman, rispettivamente nel gruppo di Oliver Lake e nel gruppo di Anthony Braxton.

Clarity spiazzò tutti con il suo mix fra free jazz e delicate sezioni pastorali che esploravano con occhio curioso certe declinazioni della musica classica e della musica folk americana che poi sarebbero state investigate più a fondo da Bill Frisell e altri musicisti.

Negli anni successivi Michael Gregory Jackson si è un po' perso nei meandri della musica di avanguardia mischiata col pop, magari anche per quel nome ingombrante che non a caso ha successivamente modificato (diventando Michael Gregory e basta). Fortunatamente questa ristampa riporta alla nostra attenzione un lavoro che merita di essere riascoltato e un artista che merita di essere riconsiderato.

Il contributo in queste registrazioni di tre maestri come Oliver Lake, David Murray e Leo Smith è di grande spessore e la loro vena lirica risplende con fulgore in questi scenari incantati che non diventano mai troppo languidi. Emerge una fierezza di fondo ben innervata nella dolcezza scelta come mood prevalente, che ha il merito di dimostrare che il linguaggio del free e dell'avanguardia non deve necessariamente sposarsi con le colate laviche iper-aggressive alle quali spesso siamo stati abituati. Anche se poi alla prova dei fatti e della storia il matrimonio fra il free e i delicati chiaroscuri pastorali non è stato un legame duraturo.

Track Listing: Clarity; A View of This Life; Oliver Lake; Prelueoionti; Ballad; Clarity (4); Ab Bb 1-7-3°; IOMI.

Personnel: David Murray: tenor saxophone; Oliver Lake: flute, soprano saxophone, alto saxophone, talking drum, cowbell; Wadada Leo Smith: trumpet, soprano trumpet, flugelhorn, Indian flute; Michael Gregory Jackson: acoustic guitar, vocal, electric guitar, electric mandolin, bamboo flute, timpani, marimba, percussion.

Title: Clarity | Year Released: 2010 | Record Label: ESP Disk

Tags

Shop for Music

Start your music shopping from All About Jazz and you'll support us in the process. Learn how.

Related Articles

Read Cast Of Characters
Cast Of Characters
By Dan McClenaghan
Read Bear Garden
Bear Garden
By Geno Thackara
Read Janapati
Janapati
By Chris M. Slawecki
Read Fruits Of Solitude
Fruits Of Solitude
By Mark Corroto
Read Passion: Latin Jazz
Passion: Latin Jazz
By C. Michael Bailey
Read Stay Good
Stay Good
By Chris M. Slawecki