Giovanni Guidi: We Don’t Live Here Anymore

AAJ Italy Staff BY

Sign in to view read count
Giovanni Guidi: We Don’t Live Here Anymore
Un intimismo naif venato di sottile nostalgia, un senso armonico potente, ma anche una capacità di superare con personalità la semplice padronanza del linguaggio jazzistico sono alcuni dei caratteri salienti di Giovanni Guidi, uno dei protagonisti più accreditati della nuova scena del jazz italiano.

In questo nuovo disco lo troviamo alle prese con dieci belle composizioni originali e alla testa di una superformazione che comprende due sue vecchie conoscenze: Michael Blake, con cui intrattiene rapporti già da anni e con cui ha suonato dal vivo in diverse occasione e Petrella, con cui collabora regolarmente.

L'introspezione potrebbe essere una delle chiavi di lettura di questo lavoro che nei pezzi più lenti procede secondo percorsi tutt'altro che ovvi. Il pianoforte qui fa sempre la parte del leone: sia nelle articolazioni accordali saldamente concepite che lasciano il segno come grate ben strutturate attraverso la melodia ("Dess"), sia nelle reiterazioni che ritornano insistentemente quasi a voler eliminare ogni soluzione di continuità tra tema e improvvisazione ("Begatto Kitchen"), sia negli arpeggi di poche note che si stagliano con insistenza su tutto l'arco solistico del brano ("Furious Season") o nelle armonie ricercate che spesso finiscono per prevalere sulla melodia.

Difficile trovare dei modelli ben precisi; l'unico pezzo in cui si coglie qualche riferimento già sentito è forse la ballata "We Don't Live Here Anymore," in cui la fonte di ispirazione sembra Charlie Haden.

In realtà la maturità di questo lavoro, il migliore nella breve discografia del giovane pianista, sta nel riuscire a dare a pezzi differenti un forte denominatore con un suono diafano filtrato attraverso una lente interpretativa personale e che sembra ancora una volta ispirato più che altro ai luoghi, alle case come spazi evocativi: gli stessi che ritornano nei titoli e nelle stringate note di copertina redatte dallo stesso pianista.

Personnel

Giovanni Guidi: piano.

Album information

Title: We Don’t Live Here Anymore | Year Released: 2011 | Record Label: CAM Jazz

Post a comment about this album

Tags

Shop Amazon

More

Unheimlich Manoeuvre
Jo Berger Myhre
Didone
Alessandro Bosetti
Code of Being
James Brandon Lewis Quartet
Beyond Here
Beth McKenna
Twelve Bass Tunes
Hernâni Faustino
Codebreaker
Matthew Shipp

Popular

Get more of a good thing

Our weekly newsletter highlights our top stories and includes your local jazz events calendar.