All About Jazz

Home » Articoli » Album Reviews

2

Keith Tippett - Giovanni Maier: Two for Joyce

Neri Pollastri By

Sign in to view read count
Registrato dal vivo al Teatro Miela di Trieste nel maggio del 2012, questo lavoro è, non a caso, dedicato a James Joyce. Non solo, infatti, questi visse a Trieste, che gli ha dedicato un monumento, ma anche la musica che Keith Tippett e Giovanni Maier vi esprimono ha qualcosa della poetica dello scrittore irlandese: aperta e apparentemente priva di linearità, piena di riferimenti e suggestioni, tuttavia percepibilmente narrativa, fortemente espressiva, drammaturgicamente chiara.

Il disco si sviluppa in una sola, lunga traccia—oltre quarantanove minuti—che non presenta alcuna soluzione di continuità, ma si muta passo a passo in innumerevoli scenari diversi, per il solo tramite del dialogo che i due intrecciano, lanciandosi l'uno idee che l'altro riprende, arricchisce, torna a rivolgere all'altro.

Siamo in altre parole di fronte a un'opera di pura improvvisazione, di creazione istantanea, quella materia della quale sia Tippett che Maier sono maestri, ma che di solito è ardua da ascoltare o, quantomeno, da gustare fino in fondo, in ispecie quando la si avvicini su supporto registrato, priva dell'interazione tra gli interpreti che dal vivo la rende più concreta e decifrabile. Non così in questo caso: la musica è semplicemente bellissima! Tanto che, ascoltandola, viene da pensare che la si dovrebbe far sentire ai bambini delle elementari, o delle materne, prima che il loro gusto sia coartato dentro le cornici di banalità costruite dai media asserviti alla produzione-riproduzione: ne sarebbero certamente entusiasti—come avveniva secondo Berendt con il quartetto di Ornette—perché capaci di coglierne le interne connessioni, la delicatezza, l'espressività dei suoni, la magica imprevedibilità.

Verrebbe la voglia di indicare alcuni dei momenti salienti della performance—come il carillon e i sospiri del piano che accompagnano la dolente narrazione del contrabbasso all'arco verso il minuto trenta, o l'improvviso quanto impressionante tuonare del piano che intervalla una minimale traccia melodica di sapore orientale dopo il minuto trentacinque—ma sarebbe vana cosa, anzi forse servirebbe solo a sviare l'ascolto, frammentando un lavoro che nel suo complessivo divenire trova il senso più compiuto—come del resto accade per le grandi opere improvvisate, da Free Jazz di Ornette fino a Sanctuary di Dave Douglas.

Perché qui, giova ripeterlo, siamo di fronte a qualcosa che, se non è un capolavoro, ci si allontana davvero molto poco. E che perciò va ascoltato, e riascoltato, e riascoltato ancora... senza fretta e riscoprendone sempre nuovi aspetti, dettagli, emozioni.

Chapeau!

Track Listing: Two for Joyce.

Personnel: Keith Tippett: pianoforte; Giovanni Maier: contrabbasso.

Title: Two for Joyce | Year Released: 2014 | Record Label: Long Song

About Keith Tippett
Articles | Calendar | Discography | Photos | More...

Tags

Watch

Shop for Music

Start your music shopping from All About Jazz and you'll support us in the process. Learn how.

Related

Read Flying Elephants
Flying Elephants
By Jerome Wilson
Read Overseas
Overseas
By Don Phipps
Read Sun Stone
Sun Stone
By Jack Bowers