All About Jazz

Home » Search Center » Results: Roberto Gatto

Results for "Roberto Gatto"

Advanced search options

Musician

Roberto Gatto

Article: Interview

Dino Piana: un altro giro di Blues

Read "Dino Piana: un altro giro di Blues" reviewed by Paolo Marra


A 91 anni Dino Piana ha ancora voglia di suonare come quando da bambino lo faceva con un pezzo di legno sullo scalino di casa--"non potrei stare un giorno senza suonare, starei male perché ho bisogno di esprimermi" così ci dice il trombonista piemontese nell'intervista che abbiamo realizzato in occasione dell'uscita del suo nuovo disco Al ...

Article: Live Review

Luca Mannutza trio & Maurizio Giammarco @ Jazz Just Like This

Read "Luca Mannutza trio & Maurizio Giammarco @ Jazz Just Like This" reviewed by Angelo Leonardi


Luca Mannutza Trio con Maurizio Giammarco Jazz Just Like This 2021 Nightingale Studios, Roma 9.4.2021 Venerdi 9 aprile, in concomitanza con la nascita della Birdbox Records si è inaugurata la prima rassegna jazz italiana in streaming. Un'iniziativa lodevole che cerca di rispondere al forzato--e per molti aspetti ingiustificato, a mio parere--annuale ...

Album

Open Spaces

Label: Alfamusic
Released: 2020
Track listing: Open Spaces (Opening, Variation I,II, III); Dreaming; Sunshine; Sketch of Colours (I Movimento, II Movimento); Blue Blues.

1

Article: Interview

Luciano Linzi: ripartire dal Festival "CdJ Reloaded"

Read "Luciano Linzi: ripartire dal Festival "CdJ Reloaded"" reviewed by Paolo Marra


A marzo, durante i momenti peggiori della pandemia, nessun avrebbe scommesso sulla ripresa nel breve termine della programmazione dei festival jazz. Un percorso arduo e non privo di incognite affrontato—come nel caso della rassegna “Casa del Jazz Reloaded" prodotto dalla Fondazione Musica per Roma —con decisione, organizzazione e una buona dose di ottimismo. Il ...

Article: Album Review

Dino & Franco Piana Ensemble: Open Spaces

Read "Open Spaces" reviewed by Angelo Leonardi


Dopo aver esordito con Septet (AlfaMusic 2012) e confermato il suo valore nel successivo Seasons (AlfaMusic 2015), il medio organico di Franco e Dino Piana trova una nuova identità ampliando l'organico ai cinque archi della B.i.m. Orchestra. Le suggestioni cameristiche che impregnano qualche brano non mutano l'estetica di fondo ma al contrario esaltano ...

12

Article: Album Review

Enrico Pieranunzi: From Always to Now

Read "From Always to Now" reviewed by Paolo Marra


Forty-one years after its original release on a little known but quite active independent label from the '70s, Edi Pan, Alfa Music has recently reissued From Always to Now, one the most important records by pianist and composer Enrico Pieranunzi. From Always to Now represents the high point in the pianist's hard-bop phase, during which Pieranunzi's ...

2

Article: Interview

Fabio Morgera: tradizione e progresso

Read "Fabio Morgera: tradizione e progresso" reviewed by Angelo Leonardi


Tornato a vivere in Italia alcuni anni fa, dopo un lungo periodo di studio e attività professionale negli Stati Uniti, Fabio Morgera è uno dei massimi trombettisti della sua generazione e s'è imposto per lo stile estroverso, caratterizzato da intenso feeling e marcato groove. Eclettico per natura, alla leadership in progetti di taglio contemporaneo—anche intrisi di ...

1

Article: Interview

Enrico Pieranunzi: Il Respiro Profondo di un racconto in musica

Read "Enrico Pieranunzi: Il Respiro Profondo di un racconto in musica" reviewed by Paolo Marra


Se come scriveva il poeta brasiliano Vinicius De Moraes “La vita è l'arte dell'incontro" allora può succedere che l'intervista con uno dei più apprezzati pianisti italiani, Enrico Pieranunzi, diventi senza una ragione evidente una lunga e piacevole conversazione per parlare della sua lunga carriera artistica scandita da altrettanti incredibili incontri che nel tempo hanno cucito i ...

2

Article: Interview

Lee Konitz: Il Ricordo di D'Andrea, Fasoli, Giuliani, Pieranunzi, Rava e Tommaso.

Read "Lee Konitz: Il Ricordo di D'Andrea, Fasoli, Giuliani, Pieranunzi, Rava e Tommaso." reviewed by Paolo Marra


Il sassofonista Lee Konitz è stato una delle figure più influenti del jazz moderno non solo per il suono unico al contralto e un senso dell'improvvisazione senza eguali, ma anche per essere rimasto nell'arco della sua lunga carriera sempre fedele a sé stesso ponendo la musica come protagonista assoluta della sua espressività, senza inutili esibizionismi.


Engage

Contest Giveaways
Enter our latest contest giveaway sponsored by AGS Recordings

Get more of a good thing

Our weekly newsletter highlights our top stories and includes your local jazz events calendar.