Home » Articoli » Alessandro Galati Trio: On A Sunny Day

Album Review

Alessandro Galati Trio: On A Sunny Day

By

Sign in to view read count
Alessandro Galati Trio: On A Sunny Day
Dopo il riuscito Seals, il secondo disco del trio di Alessandro Galati conferma la crescita di una formazione la cui intesa continua a maturare grazie al maggior rodaggio e alle tournée fatte nel frattempo.

Il lavoro include, con una sola eccezione, tutte composizioni del pianista fiorentino, dall'andamento prevalentemente narrativo ma con atmosfere anche assai diverse tra loro. L'incipit e la title track, per esempio, sono brani caratteristici del suo stile, con personalissimi arpeggi alla tastiera, ma vedono anche la forte presenza del contrabbasso di Gabriele Evangelista -sempre più autorevole interprete dello strumento -che accanto ai soli rimane spesso in prima fila sulla scena insieme al piano, e con il sensibile lavoro di Stefano Tamborrino ai piatti. "In Beijing" è invece sviluppato su un tema orientale, ispirato proprio dal tour cinese dello scorso anno, e ha momenti di paritetica distillazione dei suoni; "Crazy Winter" è più swingante, ma alterna lirismo e astrattezza, mentre "Hungaria," dal forte andamento ritmico con un bell'intervento di Tamborrino alle percussioni, e "Insensatez," di Antonio Carlos Jobim, richiamano certe cose dei trii di Melhdau, senza alcuna agiografia.

Ma i momenti forse più alti del lavoro sono due brani narrativamente struggenti: "L'incontro," titolo che indica assai bene il contenuto melodico espresso dal pianoforte, a momenti quasi romantico, punteggiato da opportuni interventi "devianti" di contrabbasso e batteria; e "MMMM," il cui titolo cela la dedica a uno sfortunato collega, aperto da Evangelista e poi condotto in libertà, con nostalgica drammaticità, da Galati.

Un disco che mette in luce una formazione fortemente paritetica, classico quanto a temi ma anche giustamente attraversato da un libero dialogare dei suoni, così da essere al tempo stesso godibile, coinvolgente e sempre aperto. Va detto infine che, proprio come Seals lo scorso anno, anche On a Sunny Day ha vinto la classifica del miglior disco internazionale dell'anno della rivista giapponese Jazz Critique, come "Best Instrumental Album."

Track Listing

Balloons; Insensatez; In Beijing; Crazy Winter in Town; L'incontro; On a Sunny Day; Drop Down Tango Shore; Hungaria; MMMM; Smell of the Air; Yellow Brain.

Personnel

Alessandro Galati: pianoforte; Gabriele Evangelista: contrabbasso; Stefano Tamborrino: batteria.

Album information

Title: On A Sunny Day | Year Released: 2016 | Record Label: Via Veneto Jazz


FOR THE LOVE OF JAZZ
Get the Jazz Near You newsletter All About Jazz has been a champion of jazz since 1995, supporting it as an art form and, more importantly, supporting the musicians who create it. Our enduring commitment has made "AAJ" one of the most culturally important websites of its kind, read by hundreds of thousands of fans, musicians and industry figures every month.

WE NEED YOUR HELP
To expand our coverage even further and develop new means to foster jazz discovery and connectivity we need your help. You can become a sustaining member for a modest $20 and in return, we'll immediately hide those pesky ads plus provide access to future articles for a full year. This winning combination will vastly improve your AAJ experience and allow us to rigorously build on the pioneering work we first started in 1995. So enjoy an ad-free AAJ experience and help us remain a positive beacon for jazz by making a donation today.

Post a comment about this album

Tags

More

Xaybu: The Unseen
Steve Lehman & Sélébéyone
Secret People
Secret People
If I Knew Then
Naama Gheber

Popular

Get more of a good thing!

Our weekly newsletter highlights our top stories, our special offers, and includes upcoming jazz events near you.