Home » Articoli » Oded Tzur: Isabela

Album Review

Oded Tzur: Isabela

By

Sign in to view read count
Oded Tzur: Isabela
A due anni di distanza dall'eccellente disco di esordio su ECM Here Be Dragons, preceduto da due CD pubblicati per Enja, che aveva sollevato lodi sperticate da parte di un po' tutta la critica, il sassofonista israeliano (ma basato a New York) Oded Tzur prova a bissarne il successo e non fallisce. Il nuovo lavoro ribadisce in pieno l'ottima impressione suscitata dall'album precedente e conferma il sassofonista come uno dei più interessanti tra gli astri nascenti del nuovo jazz internazionale.

Il sassofonista ha concepito l'album come una suite in cinque parti che dipinge un ritratto della moglie; la musica si basa su un raga le cui note sono introdotte nell'iniziale "Invocation," dove è particolarmente evidente la tecnica strumentale microtonale che caratterizza il sassofonista, che è stato allievo del virtuoso indiano di flauto bansuri Dr. N Ramani - Hariprasad Chaurasia. L'inflessione morbida che ritroviamo lungo tutto il disco assume qui un tono flautistico, in un evidente omaggio al maestro. I brani successivi mantengono l'atmosfera idilliaca che ben si confà a un'opera composta come una dichiarazione d'amore, svolgendosi comunque in un contesto più jazzistico grazie all'apporto dei musicisti al suo fianco, confermati dal disco precedente. Da menzionare specialmente il pianista Nitai Hershkovits, che contribuisce nettamente allo sviluppo della musica col suo accompagnamento e i numerosi assoli. L'album è molto breve per gli standard attuali (appena 35 minuti), e questa sembra essere una tendenza in atto nei lavori più recenti targati ECM, probabilmente anche per favorirne la pubblicazione in vinile, che per Isabela sarà disponibile in autunno.

La via intrapresa da Tzur sembra promettente nel suo ricercare un approccio nuovo e originale alla sintesi di oriente e occidente già affrontata in passato da molti altri musicisti. Vedremo quali ne saranno gli sviluppi, ma intanto godiamoci questa ottima musica e accogliamo un nuovo sicuro talento tra i nomi da seguire.

Album della settimana.

Track Listing

Invocation; Noam; The Lion Turtle; Isabela; Love Song For The Rainy Season.

Personnel

Oded Tzur: saxophone, tenor; Nitai Hershkovits: piano; Petros Klampanis: bass, acoustic; Johnathan Blake: drums.

Album information

Title: Isabela | Year Released: 2022 | Record Label: ECM Records


FOR THE LOVE OF JAZZ
Get the Jazz Near You newsletter All About Jazz has been a pillar of jazz since 1995, championing it as an art form and, more importantly, supporting the musicians who create it. Our enduring commitment has made "AAJ" one of the most culturally important websites of its kind, read by hundreds of thousands of fans, musicians and industry figures every month.

WE NEED YOUR HELP
To expand our coverage even further and develop new means to foster jazz discovery and connectivity we need your help. You can become a sustaining member for a modest $20 and in return, we'll immediately hide those pesky ads plus provide access to future articles for a full year. This winning combination will vastly improve your AAJ experience and allow us to vigorously build on the pioneering work we first started in 1995. So enjoy an ad-free AAJ experience and help us remain a positive beacon for jazz by making a donation today.

Post a comment about this album

Tags

More

The Way of the Groove
Ben Patterson
Incorporated
Skopje Jazz Inc.
Existential Moments
Joe McPhee / John Edwards / Klaus Kugel

Popular

Get more of a good thing!

Our weekly newsletter highlights our top stories, our special offers, and includes upcoming jazz events near you.