All About Jazz

Home » Articoli » Album Review

0

Jim Hall - Joey Baron: Conversations

AAJ Italy Staff By

Sign in to view read count
Jim Hall - Joey Baron: Conversations
Magnifici gli 80 anni di Jim Hall, indomito nel proporre musiche audaci, lontane dai clichè.

In Conversations coinvolge l'amico e partner Joey Baron per un'esplorazione assai sofisticata della formula corde e percussioni. Chi frequenta la musica di Hall sa che il chitarrista predilige i toni sfuggenti, allusivi, rifiutando a priori l'enfasi e i toni declamatori. Anche a costo di apparire talvolta distaccato, privo di quel calore espressivo richiesto ad un performer.

Ma Hall cattura progressivamente, dall'alto di una sapienza armonica e di un controllo linguistico d'altri tempi, che nulla concede all'urlo e al trucco.

Già Bag's Groove spiazza per la scansione caraibica velocemente sedata, e invita Baron ad estrarre dal repertorio i suoi tocchi più felpati. Il dialogo è aperto: il chitarrista più "cool" ed il batterista più eclettico del circuito viaggiano senza ostacoli e spesso con poche regole.

Tanto da sorprendere nella costruzione della scaletta, spesso spezzettata da aforismi imperfetti (sette brani compresi tra 47 secondi e un minuto e 52), scelta forse infelice per la confezione del disco.

Ci vuole un po' di pazienza, ma quando si arriva a "Conversations" e "Ballad Painting" si gode di un artigianato prezioso, mirabile nello svolgimento e nella pronuncia.

Hall riesce a far risuonare lo strumento con svariate sfumature: c'è il suono praticamente acustico, quello elettrico ma appena appena, quello del basso in stile Steve Swallow. La sua Sadowsky prende il volo in "Safari," il pezzo più coinvolgente della raccolta. Baron si adatta al maestro e si conferma strumentista sommo, ritagliandosi alcune sequenze in solitaria di notevole fascino, pur sempre sottovoce.

Un paio di pezzi sono costruiti sulle alternanze solistiche, come un "call and response" di vecchia scuola, ma suonano originali e attualissimi. In "Travelogue" Baron richiama l'implacabilità del razionalismo che fu di Max Roach.

Non il capolavoro che poteva essere, comunque un disco di sicuro fascino.

Visita il sito di Jim Hall.

Track Listing

1. Bag's Groove (Milt Jackson) - 2:05; 2. Reinhardt (Jim Hall - Joey Baron) - 1:21; 3. Pollock (Hall - Baron) - 1:01; 4. Conversations (Hall - Baron) - 4:55; 5. Ballad Painting (Hall - Baron) - 5:15; 6. What If? (Hall - Baron) - 6:10; 7. In Repose (Hall - Baron) - 1:19; 8. Uncle Ed (Jim Hall) - 0:47; 9. Safari (Hall - Baron) - 4:55; 10. Monet (Hall - Baron) - 1:00; 11. Travelogue (Hall - Baron) - 9:09; 12. At Sea (Hall - Baron) - 1:52; 13. St. Thomas (Sonny Rollins) - 2:44; 14 Pocketfull of Change (Joey Baron) - 1:52; 15. Time (Hall - Baron) - 5:33 - bonus track.

Personnel

Jim Hall (chitarra elettrica); Joey Baron (batteria).

Album information

Title: Conversations | Year Released: 2011 | Record Label: ArtistShare

Post a comment about this album

Tags

Shop Amazon

More

All About Jazz needs your support

Donate
All About Jazz & Jazz Near You were built to promote jazz music: both recorded and live events. We rely primarily on venues, festivals and musicians to promote their events through our platform. With club closures, shelter in place and an uncertain future, we've pivoted our platform to collect, promote and broadcast livestream concerts to support our jazz musician friends. This is a significant but neccesary effort that will help musicians now, and in the future. You can help offset the cost of this essential undertaking by making a donation today. In return, we'll deliver an ad-free experience (which includes hiding the bottom right video ad). Thank you.

Get more of a good thing

Our weekly newsletter highlights our top stories and includes your local jazz events calendar.