Home » Articoli » Album Review » Antonio Faraò: Boundaries

Antonio Faraò: Boundaries

By

Sign in to view read count
Antonio Faraò: Boundaries
Le sontuose armonizzazioni, e la vivace forza improvvisativa sono i punti di forza di Boundaries, l'ultimo CD di Antonio Farao. Soprattutto nei due standard interpretati, il pianista romano si abbandona al piacere di suonare nel tentativo di sfuggire alla mera dimostrazione di virtuosismo, offrendone una rilettura personale, carica di espressività e feeling jazzistico.

"Maiden Voyage" è così sottoposta alla lente di ingrandimento di una ricomposizione istantanea, per dilatarne tempi e dinamiche.

In primo piano una felice riattualizzazione degli stilemi postboppistici, condotta con classe e soluzioni ricchi di nuance. L'ottima ritmica ben si inserisce nelle composizioni del leader, oggi più lirico ed essenziale rispetto al passato. Prevalgono trame stratificate, di grande mobilità ritmica e timbrica.

Ago della bilancia nelle energiche dinamiche proposte, il sax di {{Mauro Negri} che sprigiona uno swing leggero con un fraseggio obliquamente ondivago. La collana italiana della Verve parte quindi con il piede giusto, grazie a questo bel CD dagli equilibri perfetti.

Questo quartetto merita una documentazione "live," che ne metterebbe meglio in mostra la volatile espressività.

Track Listing

Boundaries; Hand Jive; Maiden Voyage; Coolfunk...; My Sweetest; Not Easy; Around Phrygian.

Personnel

Antonio Faraò: pianoforte; Mauro Negri: sax tenore e soprano; Luigi Di Nunzio: sax contralto; Martin Gjakonovsky: contrabbasso; Mauro Beggio: batteria.

Album information

Title: Boundaries | Year Released: 2016 | Record Label: Verve Music Group


Comments

Tags


For the Love of Jazz
Get the Jazz Near You newsletter All About Jazz has been a pillar of jazz since 1995, championing it as an art form and, more importantly, supporting the musicians who create it. Our enduring commitment has made "AAJ" one of the most culturally important websites of its kind, read by hundreds of thousands of fans, musicians and industry figures every month.

You Can Help
To expand our coverage even further and develop new means to foster jazz discovery and connectivity we need your help. You can become a sustaining member for a modest $20 and in return, we'll immediately hide those pesky ads plus provide access to future articles for a full year. This winning combination will vastly improve your AAJ experience and allow us to vigorously build on the pioneering work we first started in 1995. So enjoy an ad-free AAJ experience and help us remain a positive beacon for jazz by making a donation today.

Near

More

Solidarity
Zach Rich
Catharsis
Michiel Stekelenburg
A Canadian Songbook
Ernesto Cervini

Popular

Get more of a good thing!

Our weekly newsletter highlights our top stories, our special offers, and upcoming jazz events near you.