Home » Jazz Articles » Dan Tepfer

Jazz Articles about Dan Tepfer

2
Radio & Podcasts

Dan Tepfer & Kirk Knuffke: Generous Versatility

Read "Dan Tepfer & Kirk Knuffke: Generous Versatility" reviewed by Ludovico Granvassu


Dan Tepfer and Kirk Knuffke are two musicians that, despite being being only in their thirties, have already become reference players on their respective instruments. Known for their versatility, which allows them to be equally at home with the repertoires of Johann Sebastian Bach or Erik Satie as well as with all-out improvisation, they have a capacity to make their collaborators shine. This mixtape features some highlights from their already extensive discography as leaders or sidemen. Happy ...

1
My Favourite Things

Dan Tepfer

Read "Dan Tepfer" reviewed by Paolo Peviani


Il tratto principale della mia musica Sempre alla ricerca. La qualità che desidero nei musicisti che suonano con me L'ascolto. Come musicista, il momento in cui sono stato più felice Quando mi posso sedere tranquillo e sentire il suono allo stato puro. Come musicista, il mio principale difetto Voglio sempre lasciare la mia zona di conforto. La mia più grande paura quando suono

Multiple Reviews

Dan Tepfer Trio: Eleven Cages; Judy Niemack with Dan Tepfer: Listening to You

Read "Dan Tepfer Trio: Eleven Cages; Judy Niemack with Dan Tepfer: Listening to You" reviewed by Angelo Leonardi


Dan Tepfer s'è messo in luce da un decennio con eccellenti lavori da leader (dai trii jazz all'esecuzione delle Goldberg Variations) e con prestigiose collaborazioni: ricordiamo il duo con Lee Konitz, il sestetto con Billy Hart, il trio con quest'ultimo e Gary Peacock. In queste due ultime incisioni il pianista trentacinquenne evidenzia l'alto livello di maturità raggiunta, confermandosi tra i migliori solisti della sua generazione grazie a una tecnica prodigiosa e uno stile superbo, tanto ricercato quanto avventuroso dal ...

9
Album Review

Dan Tepfer Trio: Eleven Cages

Read "Eleven Cages" reviewed by Dan Bilawsky


Pianist Dan Tepfer makes an excellent point here, reminding us that the concept of freedom is actually built on architectural stability. With Eleven Cages Tepfer has his Thomas Merton moment, likening the framework of each song to the walls of his newfound freedom. He recognizes and emphasizes the fact that different structures are housings for exploration and creation, not handcuffs on the imagination or rigid dictates in design methodology. Tepfer's well-formed views on the permanence and plasticity ...

Album Review

Joanna Wallfisch: Gardens In My Mind

Read "Gardens In My Mind" reviewed by Angelo Leonardi


In questo terzo disco da leader la cantante inglese conferma a grandi linee quanto espresso nel precedente The Origin of Adjustable Things (Sunnyside, 2012). Dal punto di vista espressivo si colloca decisamente nella tradizione delle cantautrici americane d'impronta folk; accanto a lei ritroviamo il pianista Dan Tepfer e il repertorio ripropone vari brani già incisi nel disco precedente ("Song to a Siren" di Tim Buckley, “Satellite," “Anonymous Journey," “Satin Grey" e “Rational Thought"). Le novità vengono dalla presenza del quartetto ...

Album Review

Joanna Wallfisch with Dan Tepfer: The Origin of Adjustable Things

Read "The Origin of Adjustable Things" reviewed by Angelo Leonardi


Dopo il debutto del 2012 con Wild Swan, la cantante inglese Joanna Wallfisch si unisce al pianista Dan Tepfer per offrire nuovi e ricercati orizzonti espressivi. Influenzata da Norma Winstone e Joni Mitchell, la Wallfisch fa venire in mente le collaborazioni della Winstone con Jimmy Rowles o Fred Hersch. La sua cifra espressiva è autonoma ma anche nel suo caso è un'alta raffinatezza a caratterizzare i percorsi musicali. Il limpido canto colloquiale disegna melodie folk con suadente romanticismo ...

1
Album Review

Ben Wendel - Dan Tepfer: Small Constructions

Read "Small Constructions" reviewed by AAJ Italy Staff


L'occasione. Alcuni giorni passati presso l'artist-space Yamaha di Manhattan con alcuni preziosi strumenti a stretta portata di mano. La materia prima. Due classici di Monk, uno standard tra i più noti, Lennie Tristano, Handel, un pizzico di Messiaen e qualche originale. I protagonisti. Dan Tepfer, giovane, pluripremiato pianista dalla mente aperta e dalle collaborazioni eccellenti (Konitz su tutte) e Ben Wendel, co-fondatore dei Kneebody, band tra le più interessanti della nuova onda elettroacustica proveniente dalla grande mela. Il risultato. Small ...


Engage

Contest Giveaways
Enter our latest contest giveaway sponsored by Justin Time Records
Polls & Surveys
Vote for your favorite musicians and participate in our brief surveys.
Publisher's Desk
Videos Wanted, Numbers and Tips
Read on...

Get more of a good thing!

Our weekly newsletter highlights our top stories, our special offers, and upcoming jazz events near you.