All About Jazz

Home » Articoli » Album Reviews

1

String Trio of New York: The River of Orion: 30 Years Running

AAJ Italy Staff By

Sign in to view read count
Come allude il titolo, lo String Trio of New York celebra con questo nuovo lavoro tre decenni d'attività professionale, caratterizzata da un nutrito numero di dischi (siamo a quota diciassette) e dalla costante mobilità di un componente dell'organico, il violinista.

Dopo Billy Bang, Charles Burnham (anni Ottanta), Regina Carter e Diane Monroe (anni Novanta), dagli inizi del Duemila c'è Rob Thomas, virtuoso formatosi in formazioni modern mainstream e tendenzialmente meno incline alla libera improvvisazione post-free, anche se tale estetica resta una componente centrale nella cifra stilistica della formazione.

Il nuovo disco Black Saint, prodotto da Flavio Bonandrini, consta di due lunghe composizioni rispettivamente di John Lindberg ("Journey Platz") e James Emery ("The River of Orion") molto diverse tra loro, che sembrano voler riaffermare le varie anime che hanno, in qualche modo caratterizzato, la vita del trio: nella prima ritroviamo lo spirito d'avanguardia, incline alla libera improvvisazione astratta e cameristicamente orientata, nella seconda i cantabili percorsi melodici ancorati alla tradizione afroamericana, ricchi di swing e concitazione ritmica, capaci di inglobare un ampio spettro di situazioni espressive: dalla bossa nova al free.

"The River of Orion" è la partitura più estesa, la più variegata e accattivante ma anche la meno coerente: se in alcuni temi gli equilibri tra le molte componenti in gioco appaiono ben amalgati (ad esempio le due parti di "Aquarian Waters" o l'austero "Stellar Coronae") in altri il contrasto è stridente: penso alla prevedibile bossa nova "The River of Orion" che anticipa il rigoroso interplay free di "Alnitak".

Ben più congruo, rigoroso (e impegnativo) è "Journey Platz," un libero e intenso confronto improvvisato entro quella particolare dimensione di astratto camerismo e post free che è l'elemento distintivo della celebrata formazione statunitense.

Se le alte doti tecnico-espressive di Lindberg ed Emery non hanno bisogno d'essere ancora rimarcate è il caso invece di puntualizzare la bella prova di Thomas, un violinista di timbro e fraseggio appassionanti, che ricorda a tratti la veemenza di Zbigniew Seifert.

Track Listing: "The River of Orion": 01. Aquarian Waters (part one) - 6:08; 02. Aquarian Waters (part two) - 4:45; 03. E.Eridani - 5:14; 04. The Trapezium - 4:08; 05. The River Of Orion (theme) - 6:04; 06. Alnitak - 8:26; 07. Stellar Coronae - 7:16; 08. The Eridanus Supervoid - 1:24; 09. East Of Mintaka - 7:11. "Journey Platz": 10. Part One - 3:56; 11. Part Two - 2:10; 12. Part Three - 3:19; 13. Part Four - 2:05; 14. Part Five - 3:21.

Personnel: Rob Thomas (violin); James Emery (chitarra); John Lindberg (contrabbasso).

Title: The River of Orion: 30 Years Running | Year Released: 2009 | Record Label: Black Saint

About James Emery
Articles | Calendar | Discography | Photos | More...

Tags

Shop for Music

Start your music shopping from All About Jazz and you'll support us in the process. Learn how.

Related

Read Tonewheel
Tonewheel
By Dan Bilawsky
Read Santa Baby
Santa Baby
By C. Michael Bailey
Read Mythos
Mythos
By Mike Jurkovic