All About Jazz

Home » Articoli » Album Reviews

0

Ingrid Laubrock Sleepthief: The Madness of Crowds

AAJ Italy Staff By

Sign in to view read count
Se non lo conoscete ancora appuntatevi il nome di Ingrid Laubrock. La sassofonista, compositrice, band leader tedesca trasferitasi in Inghilterra nell'ormai lontano 1989 e assidua frequentatrice della scena newyorchese, non sbaglia un colpo. Ogni album che licenzia mostra l'ennesima sfaccettatura della sua proteiforme visione musicale e si presenta con le sembianze di un piccolo gioiello. Non è più una ragazzina Ingrid Laubrock, ma della giovane età conserva freschezza d'idee e curiosità. Nella band denominata Sleepthief si avvale di due superbi compagni di viaggio che rispondono al nome di Liam Noble al pianoforte e Tom Rainey alla batteria. I tre si intendono a meraviglia, sul piano dell'interplay, naturalmente, e nella visione istantanea e prospettica del concetto di improvvisazione.

In questo The Madness of Crowds pubblicato due anni dopo l'omonimo primo disco, i tre si aggirano sornioni tra accidenti, riverberi, risonanze e dissonanze mantenendo un aplomb britannico (Noble è esponente di spicco di quella scena impro) che non di rado cova sotto le ceneri fitte trame ricche di tensione e potenzialmente esplosive. Al trio non interessa esibirsi, mostrarsi nelle proprie abilità, proporsi come ideale interprete di un processo definito e compiuto. Piuttosto svela lentamente e faticosamente (è quasi palpabile lo sforzo fisico e intellettuale) un processo creativo che si aggrappa con forza e fede incrollabile ad impulsi dall'oscura provenienza, ad attimi fuggenti, a pensieri fugaci, nel tentativo di coglierne il significato, di (ri)condurli verso una sorta di cosmica armonia.

Laubrock ha un controllo formidabile sui sassofoni e sulle loro dinamiche; cosìcché la circolazione delle idee, la possibilità di combinarle in mille modi diversi, di trasformare i momenti più radicali ed estremi in qualcosa di evanescente ma anche di formalmente compiuto avviene senza strappi, in modo leggero e del tutto naturale. Rainey, con la solita maestria, fornisce l'ennesimo saggio di come la batteria possa essere laboratorio di idee stimolanti e sorprendenti al servizio della musica: sensibilità, delicatezza, inventiva, ricerca sono dispensate a piene mani dal batterista di Santa Barbara. Noble, dal canto suo, fa parte di quella schiera di pianisti maestri nell'arte dell'allusione piuttosto che dell'enfasi narrativa. Accordi spiritati, cluster improvvisi, bolle melodiche appena percettibili abbinate a raffinatezza di tocco nobilitano un'incisione altamente raccomandabile.

Track Listing: Extraordinary Popular Delusions; You Never Know What's In The Next Room; The Slow Poisoners; There She Goes with Her Eye Out; South Sea Bubble; Haunted Houses; Does Your Mother Know You're Out?; Tulipmania; Hindsight Is Always 20/20.

Personnel: Ingrid Laubrock: saxophones; Liam Noble: piano; Tom Rainey: drums.

Title: The Madness of Crowds | Year Released: 2011 | Record Label: Intakt Records

About Ingrid Laubrock
Articles | Calendar | Discography | Photos | More...

Tags

Shop for Music

Start your music shopping from All About Jazz and you'll support us in the process. Learn how.

Related

Read Nothing But Time
Nothing But Time
By Karl Ackermann
Read Philosophy
Philosophy
By Mark Corroto
Read Vegetable Soup
Vegetable Soup
By Mackenzie Horne
Read Sun Rings
Sun Rings
By Mark Sullivan