All About Jazz

Home » Articoli » Album Reviews

0

Benny Green: Source

AAJ Italy Staff By

Sign in to view read count
In una carriera trentennale Benny Green ha inciso oltre un centinaio dischi come sideman ma poco più di una decina da leader. Dalla prima metà degli anni duemila, quando realizzò i lavori in duo col chitarrista Russell Malone (Jazz at the Bistro del 2002 e Bluebird del 2004) il pianista non entrava in sala incisione e se cerchiamo un precedente in trio bisogna risalire a These Are Soulful Days del 1999.

Presentando questo lavoro, lo stesso Green scrive nelle note di copertina di aver voluto incidere a real and honest jazz record e così è stato. Il disco è un omaggio ai suoi strumentisti preferiti che in gran parte si rivelano pianisti bop e di cui Green ripropone alcuni classici. Troviamo "Tempus Fugit" di Bud Powell, "Blue Minor" di Sonny Clark, "Way Cross Town" del grande e misconosciuto Carl Perkins, "Opus De Funk" di Horace Silver, "Chant" di Duke Pearson, "Cool Green" di Kenny Drew e così via.

Benny Green è uno dei massimi pianisti della sua generazione e quest'incisione mostra con chiarezza la sua sapienza armonica, il fraseggio elegantemente melodico e il raffinato senso ritmico in un percorso volutamente rispettoso degli artisti e dei brani. Ciò lo porta a sacrificare il fervore virtuosistico e la fantasia di rielaborazione per il piacere di confluire in un'estetica su cui è maturato e in cui si riconosce.

Forse non aggiunge molto all'arte di Green ma è una tappa profondamente sentita e la sincerità di quest'omaggio si trasmette con chiarezza agli ascoltatori.

Track Listing: Blue Minor; Way 'Cross Town; I Waited For You; Little T; Cool Green; Tempus Fugit; Park Avenue Petite; Chant; Born To Be Blue; Opus De Funk.

Personnel: Benny Green: piano; Peter Washington: bass; Kenny Washington: drums.

Title: Source | Year Released: 2011 | Record Label: Jazz Legacy Productions

About Benny Green
Articles | Calendar | Discography | Photos | More...

Tags

Shop for Music

Start your music shopping from All About Jazz and you'll support us in the process. Learn how.

Related