All About Jazz

Home » Articoli » Album Reviews

0

Tim Berne: Snakeoil

AAJ Italy Staff By

Sign in to view read count
Il Tim Berne che non t'aspetti. Uno, la casa discografica. Da sempre lontano dal business, amico delle etichette indipendenti, fondatore egli stesso di proprie label, debutta per ECM, che major non sarà ma.... Due, il gruppo. Nuovo. Sezione ritmica formata da batteria e pianoforte (lasciato da parte il contrabbasso), front-line con sax alto e clarinetti che promette scintille a go-go. E invece.... Tre. La musica. Snakeoil si aggira dalle parti di atmosfere spesso intimiste e di stampo cameristico. La scrittura domina sull'improvvisazione. Il controllo sulla divagazione e sull'esuberanza. La forma sull'indefinito. Il risultato? Sorprendente.

Sorprende Oscar Noriega. L'esuberante multi-strumentista di origini messicane indirizza la sua fantasiosa energia verso clarinetti che evocano le memorabili incisioni di Jimmy Giuffre con Bley e Swallow, per sonorità, lucidità esecutiva e sensibilità. Sorprende Matt Mitchell, un enfante prodige, da noi pressoché sconosciuto, che distilla nelle note del pianoforte studi ed esperimenti nella musica classica, nel jazz, nell'elettronica.

Sorprende Ches Smith. Il ragazzaccio della batteria con un passato nel metal-punk-rock, ora molto gettonato sulla scena creativa nordamericana, fa meraviglie di understatement piazzando accenti anomali, esaltando timbriche insolite, creando un contraddittorio continuo e stimolante con il resto del gruppo. Sorprende, si fa per dire, Tim Berne. Che è geniale nell'assemblare un gruppo eterogeneo sia anagraficamente che per background culturale/stilistico ma con una insaziabile curiosità di fondo come denominatore comune.

L'energia e la creatività dei musicisti si insinua tra le maglie di una scrittura che, formalmente rigida, acquista via via elasticità, ricchezza di soluzioni, imprevedibilità narrativa. Il sassofonista e compositore di Syracuse mette in campo tutto il suo carisma, conduce inesorabilmente il quartetto verso una tensione espressiva quasi insostenibile, trasformata in definitiva e sublime pienezza un attimo prima del punto di rottura.

Ci sbilanciamo. Uno degli album dell'anno.

Track Listing: Simple City; Scanners; Spare Parts; Yield; Not Sure; Spectacle.

Personnel: Tim Berne: alto saxophone; Oscar Noriega: clarinet, bass clarinet; Matt Mitchell: piano; Ches Smith: drums, percussion.

Title: Snakeoil | Year Released: 2012 | Record Label: ECM Records

Tags

comments powered by Disqus

Shop for Music

Start your music shopping from All About Jazz and you'll support us in the process. Learn how.

Live Reviews
Album Reviews
Live Reviews
Album Reviews
General Articles
Album Reviews
Live Reviews
General Articles
Live Reviews
Album Reviews
Read more articles
Incidentals

Incidentals

ECM Records
2017

buy
You’ve Been Watching Me

You’ve Been...

ECM Records
2015

buy
 

Hammered

Clean Feed Records
2013

buy
Shadow Man

Shadow Man

ECM Records
2013

buy
 

Small Places

JazzMa Records
2012

buy

Upcoming Shows

Related Articles

Read New York Trio Album Reviews
New York Trio
By Troy Dostert
July 18, 2019
Read Invincible Nimbus Album Reviews
Invincible Nimbus
By Jerome Wilson
July 18, 2019
Read Syzygy Album Reviews
Syzygy
By Don Phipps
July 18, 2019
Read Visions Album Reviews
Visions
By Friedrich Kunzmann
July 18, 2019
Read Shafted Album Reviews
Shafted
By Edward Blanco
July 17, 2019
Read Live at the Bird’s Eye Jazz Club Album Reviews
Live at the Bird’s Eye Jazz Club
By Don Phipps
July 17, 2019
Read New Year Album Reviews
New Year
By Dan Bilawsky
July 17, 2019