1

Joe Rosenberg Quartet: Quicksand

AAJ Italy Staff By

Sign in to view read count
Buttando un’ occhiata veloce alla discografia di Joe Rosenberg balzano all’occhio gli omaggi (ben quattro), apertamente dichiarati fin dai titoli, a Eric Dolphy ed Ornette Coleman. Se poi aggiungiamo che nelle note di copertina di Quicksand compare un giudizio assai lusinghiero da parte di Antony Braxton, il cerchio si chiude, e i riferimenti stilistici e culturali sembrerebbero chiari e definiti.

Benché nel CD questo background emerga piuttosto chiaramente, Rosenberg è bravo a depistare l’ascoltatore. A partire dallo strumento, il sax soprano, assai poco utilizzato dai musicisti appena citati. Per continuare con l’uso di una scrittura che, utilizzando scarti e libertà interpretative all’interno di una configurazione apparentemente rigida e determinata, sottopone i brani a minime ma continue trasformazioni, polarizzandone i centri focali.

“A la carte“, per esempio, possiede la geometrica costruzione dei brani di Braxton e l’altrettanto originale commistione di atmosfere cameristiche e libera improvvisazione. Il soprano di Rosenberg è austero come un oboe, il contrabbasso archettato di Helias suona come un violoncello e la batteria di Rainey lavora quasi esclusivamente sui tamburi, poi quasi dal nulla arriva un’onda carica di swing che trasporta la composizione in un’altra dimensione.

La title-track ha una valenza ritmica importante, con pedali di basso e pianoforte che scatenano la fantasia percussiva di Rainey, ma una linea melodica dall’andamento carsico addolcisce il climax dell’esecuzione. In “Jean-Truc“ il soprano improvvisa con linee zigzaganti e oblique alla Dolphy, ma prende il testimone da un assolo di pianoforte rapsodico e visionario ad opera del giapponese Hamamura.

Disco di non facile approccio, Quicksand ribadisce il talento di compositore di Joe Rosenberg e lo propone come uno degli interpreti più originali del sax soprano.


Track Listing: 01. A la carte; 02. Quicksand; 03. Jean-Truc; 04. S.O.S; 05. Nouvelle Afrique; 06. What It Is; 07. Blood Count. Tutte le composizioni sono di Joe Rosenberg.

Personnel: Joe Rosenberg (sax soprano); Masako Hamamura (piano); Mark Helias (basso); Tom Rainey (batteria).

Title: Quicksand | Year Released: 2007 | Record Label: Black Saint


Tags

comments powered by Disqus

More Articles

Read Alto Gusto CD/LP/Track Review Alto Gusto
by Jack Bowers
Published: November 20, 2017
Read Flow CD/LP/Track Review Flow
by Jakob Baekgaard
Published: November 20, 2017
Read Originals For the Originals CD/LP/Track Review Originals For the Originals
by Paul Rauch
Published: November 20, 2017
Read Killing Bugs CD/LP/Track Review Killing Bugs
by Kevin Press
Published: November 20, 2017
Read The Way of It CD/LP/Track Review The Way of It
by Jack Bowers
Published: November 19, 2017
Read Tag Book CD/LP/Track Review Tag Book
by Jakob Baekgaard
Published: November 19, 2017
Read "The Seasons" CD/LP/Track Review The Seasons
by Troy Dostert
Published: April 11, 2017
Read "Ma De Re Sha" CD/LP/Track Review Ma De Re Sha
by Geno Thackara
Published: June 28, 2017
Read "Goat Man & The House of the Dead" CD/LP/Track Review Goat Man & The House of the Dead
by Dave Wayne
Published: February 27, 2017
Read "Stolen Moments" CD/LP/Track Review Stolen Moments
by Jack Bowers
Published: August 17, 2017
Read "Mandala" CD/LP/Track Review Mandala
by Glenn Astarita
Published: September 28, 2017
Read "Ugly Beautiful" CD/LP/Track Review Ugly Beautiful
by Dan McClenaghan
Published: March 6, 2017

Join the staff. Writers Wanted!

Develop a column, write album reviews, cover live shows, or conduct interviews.

Please support out sponsor