All About Jazz

Home » Articoli » Album Review

0

Nico Gori Sea Side Quartet: Opposites

Neri Pollastri By

Sign in to view read count
Nico Gori Sea Side Quartet: Opposites
Disco doppio per Nico Gori e il suo quartetto Sea Side (i musicisti gravitano tutti in prossimità della riviera tirrenica), la cui singolare genesi il clarinettista e sassofonista ci ha raccontato nella recente intervista che gli abbiamo fatto.

L'album, fedele al titolo, mostra due facce quasi opposte del musicista toscano: nel primo CD, Ballads, lo troviamo alle prese con brani lenti, parte tratti dalla tradizione, parte di sua composizione; nel secondo, Fire and Flames, il repertorio è invece quello per il quale Gori è forse più noto, fatto di brani su tempi veloci, anche qui parte standards, parte di sua composizione.

Gori vi alterna tutti gli strumenti che è solito suonare: i fidi clarinetto e sax contralto, ma anche il clarinetto basso, il sax soprano e perfino il tenore, invero non così frequente da trovargli in braccio. E lo fa sempre ad altissimi livelli, con tutti gli strumenti e in ciascuna delle diverse situazioni.

Già l'inizio sorprende, con una monkiana Reflections condotta prima al tenore e poi al soprano: il sassofonista interpreta magnificamente entrambi gli strumenti, con molto swing, ma anche con una varietà notevole di inflessioni interpretative, di variazioni e—forse soprattutto—con uno splendido suono. A seguire un arrangiamento di un brano de Il carnevale degli animali di Camille Saint-Saens, lento e dolcissimo, tutto suonato con il clarinetto basso; quindi due brani dello stesso Gori, uno al tenore e l'altro al clarinetto basso, ancora Monk con ”Ask Me Now” al clarinetto, una splendida versione di ”Darn That Dream” ove svetta il suono del soprano, un'altra composizione di Gori e la conclusione con il classico ”The Gipsy”, brano favorito anche di Bird ma qui suonato al clarinetto, nel quale prende un eccellente assolo il contrabbassista Nino Pellegrini.

Il secondo album, registrato qualche mese dopo il primo, si apre subito con una velocissima ”Without a Song” condotta al clarinetto, nella quale brilla anche l'improvvisazione del pianista Piero Frassi. Vi spiccano poi "Marshmellow" di Warne Marsh, e ”Del Sasser”, che mettono in luce il suono teso del contralto e la rapidità dei fraseggi (anche qui notevoli gli interventi del pianoforte) e la davisiana ”Seven Steps to Heaven”, condotta al clarinetto, nella quale viene esaltato il ruolo della batteria di Vladimiro Carboni. Singolarissima ”Subconscious-Lee”, di Konitz, interpretata con un virtuosistico solo di clarinetto.

Perfetta in entrambi i contesti l'interazione del gruppo, versatile quanto il leader e pronto ad assecondarlo ora nello sfumare l'espressività, ora nell'accelerare i tempi, così da realizzare un lavoro classico nelle forme, suonato in modo ineccepibile, apprezzabile in modo particolare per l'abilità di Gori e la qualità del suono su tutti gli strumenti.

Track Listing


CD 1:
Reflections; The Swan; Dexter; A Little Song for You; Ask Me Now; Darn That Dream; Belzebù; The Gipsy.
CD 2:
Without a Song; Fluk; Invitation; It’s You or No One; Melodious Tonk; Subconscious-Lee; Marshmellow; Seven Steps to Heaven; Del Sasser.

Personnel

Nico Gori: clarinets, soprano, alto and tenor saxophones; Piero Frassi: piano; Nino Pellegrini: bass; Vladimiro Carboni: drums.

Album information

Title: Opposites | Year Released: 2017 | Record Label: Philology Jazz Records

Post a comment about this album

Watch

Tags

Shop Amazon

More

Read An Open Dialogue
An Open Dialogue
Linda Sikhakhane
Read Rah! Rah!
Rah! Rah!
The Claire Daly Band
Read Artlessly Falling
Artlessly Falling
Mary Halvorson's Code Girl
Read Hi-Fly
Hi-Fly
Howard University Jazz Ensemble
Read And Then It Rained
And Then It Rained
The Michael O'Neill Quartet
Read You're It!
You're It!
The Mike Melito / Dino Losito Quartet
Read URBAN(E)
URBAN(E)
Mike Fahie Jazz Orchestra

All About Jazz needs your support

Donate
All About Jazz & Jazz Near You were built to promote jazz music: both recorded and live events. We rely primarily on venues, festivals and musicians to promote their events through our platform. With club closures, shelter in place and an uncertain future, we've pivoted our platform to collect, promote and broadcast livestream concerts to support our jazz musician friends. This is a significant but neccesary effort that will help musicians now, and in the future. You can help offset the cost of this essential undertaking by making a donation today. In return, we'll deliver an ad-free experience (which includes hiding the bottom right video ad). Thank you.

Get more of a good thing

Our weekly newsletter highlights our top stories and includes your local jazz events calendar.