All About Jazz

Home » Articoli » Album Reviews

0

René Marie: Black Lace Freudian Slip

AAJ Italy Staff By

Sign in to view read count
Rispetto al mare magnum delle odierne cantanti jazz, più attente al look che ai contenuti, René Marie spicca con lo splendore e l'autenticità di una gemma. In Italia è poco conosciuta anche se ha già inciso otto album, in una carriera iniziata nel 1999 all'età di quarant'anni.

Cosa faceva prima? Nient'altro che la casalinga, in un menage familiare (pare) insoddisfacente. Le uniche esibizioni vocali le esprimeva nel coro della chiesa locale finchè il figlio maggiore l'ha incoraggiata a mettersi in gioco professionalmente. Dopo i primi successi ha avuto l'ultimatum dal marito ("o me o il canto") ed ha scelto il canto, per la sua e nostra soddisfazione.

Negli Stati Uniti ha fatto clamore la sua esecuzione pubblica dell'inno nazionale con le parole di "Lift Ev'ry Voice and Sing" che è considerato un po' l'inno della popolazione afro-americana. Non tutti hanno gradito e per questo ha ricevuto minacce di morte.

Ma veniamo al disco. René interpreta tutti brani di sua composizione, rivelando talento anche in questo campo. Nel suo stile colpiscono innanzi tutto la forma vocale esuberante, animata da tensione emotiva e partecipazione. Quando il canto s'adagia nel parlato ricorda la passionalità di Roberta Flack mentre nei temi dinamici, più influenzati dalle radici afro-americane, evidenzia l'avvenenza di una consumata soul singer della sua generazione.

Le sue doti jazzistiche le esprime nelle sfumature timbriche, nella padronanza ritmica e nel raffinato gusto interpretativo: ad esempio in ballad come "Thanks, But I Don't Dance," "Free for a Day," "Gosh, Look at the Time". Particolarmente avvincente il blues "Deep in the Mountains," dove la sintesi di tutte le sue doti si fa palpabile.

Un lavoro ispirato, in cui s'alternano slanci passionali a raffinato lirismo. Il tutto sorretto da un efficace supporto strumentale che evidenzia in primis le doti del pianista Kevin Bales. Ma la stella è lei: brava René.

Quando terminate l'ascolto dall'impianto stereo, inserite il disco nel lettore del vostro Pc: il CD contiene un bel filmato live della title track.

Track Listing: 01. Black Lace Freudian Slip - 4:32; 02. This For Joe - 6:29; 03. Wishes - 5:53; 04. Thanks, But I Don't Dance - 7:28; 05. Free For A Day 4:52; 06. Ahn's Dream - 6:44; 07. Gosh, Look At The Time - 4:16; 08. Rim Shot - 5:39; 09. Fallin' Off A Log - 6:04; 10. Deep In The Mountains - 5:22; 11. Serenity Prayer - 2:54; 12. Rufast Daliarg - 4:05; 13. Tired - 5:52. Tutte le composizioni sono di René Marie.

Personnel: Rene Marie (voce); Kevin Bales (pianoforte); Rodney Jordan (contrabbasso); Quentin Baxter (batteria); Bill Kepper (chitarra acustica) nel brano 3; Dexter Payne (armonica) nel brano 3; Lionel Young (chitarra elettrica, fiddle) nel brano 10; Michael A. Croan (voce) nel brano 10.

Title: Black Lace Freudian Slip | Year Released: 2012 | Record Label: Frame

Tags

comments powered by Disqus

Shop for Music

Start your music shopping from All About Jazz and you'll support us in the process. Learn how.

Related Articles

Read First Nature Album Reviews
First Nature
By Troy Dostert
July 19, 2019
Read Sacred Kind of Love: The Columbia Recordings Album Reviews
Sacred Kind of Love: The Columbia Recordings
By Jakob Baekgaard
July 19, 2019
Read Perhaps Album Reviews
Perhaps
By Don Phipps
July 19, 2019
Read Terra Incognita Album Reviews
Terra Incognita
By Dan McClenaghan
July 19, 2019
Read New York Trio Album Reviews
New York Trio
By Troy Dostert
July 18, 2019
Read Invincible Nimbus Album Reviews
Invincible Nimbus
By Jerome Wilson
July 18, 2019
Read Syzygy Album Reviews
Syzygy
By Don Phipps
July 18, 2019