All About Jazz

Home » Articoli » Album Reviews

1

Kahil El’Zabar’s Ritual Trio: Big M: A Tribute to Malachi Favors

AAJ Italy Staff By

Sign in to view read count
Kahil El’Zabar è un batterista di Chicago da moltissimi anni attivo nella città del vento, spesso sulle orme dell’Art Ensemble of Chicago e comunque sotto l’egida dell’AACM, l’associazione benemerita che tanto ha fatto negli ultimi decenni per promuovere la cultura afro-americana in quella città e conseguentemente in giro per il mondo.

Con due membri dell’Art Ensemble of Chicago Kahil El’Zabar aveva costituito il Ritual Trio sin dal lontano 1986. Erano con lui in quell’occasione Lester Bowie (che passò la mano l’anno successivo) e Malachi Favors, il mitico bassista che rimase invece al fianco di El’Zabar per molti anni, rinforzando enormemente il legame anche personale che già esisteva fra i due dalla fine degli anni sessanta, quando un giovanissimo Kahil El’Zabar venne invitato a suonare con l’Art Ensemble of Chicago in alcuni concerti dal vivo, su segnalazione di Muhal Richard Abrams.

Malachi Favors è passato a miglior vita a fine gennaio del 2004 e nel dicembre dello stesso anno l’amico/discepolo Kahil El’Zabar ha convocato il bassista Yosef Ben Israel e il saxofonista/pianista Ari Brown, abituali compagni di avventura nella ultima incarnazione del Ritual Trio, estendendo l’invito anche al violinista Billy Bang che in passato era stato membro del gruppo. I quattro si sono ritrovati al River East Center e hanno colto l’occasione per registrare il materiale che è servito per il DVD Live at the River East Center. Due giorni dopo si sono ritrovati tutti quattro in studio di registrazione e senza porre altri indugi si sono lasciati andare in questi sette lunghi brani carichi di emozione che vogliono essere un tributo appassionato all'arte del grande bassista scomparso.

La musica non è eccessivamente strutturata e spesso le composizioni partono da semplici giri di basso che servono per evocare linee melodiche dal sapore un po' acerbo che profumano però di grande passione. Spesso il leader si sposta alla kalimba e il clima si fa molto africano, con il sax di Ari Brown pronto ad assumere il ruolo di predicatore e il violino zigzagante di Billy Bang in grado di dargli il cambio all’occorrenza. Il basso di Ben Israel è corposo e autorevole, una vera spina dorsale attorno alla quale questa musica dal grande potere evocativo sa scorrere come un placido fiume delle grandi pianure. Emergono frammenti compositivi cantilenanti che ci riportano alle origini, ai racconti condivisi attorno al fuoco, al passaggio delle consegne fra le vecchie e le giovani generazioni. Il tutto è perfettamente congeniale per raccontare le emozioni, gli affetti, i legami, la vita.

Track Listing: 01. Crumb-Puck-U-Lent (Kahil El'Zabar); 02. Oof (Kahil El'Zabar); 03. Freedom Flexibility (Billy Bang); 04. Big M (Kahil El'Zabar); 05. Kau (Kahil El'Zabar); 06. Maghoustut (Kahil El'Zabar); 07. Malachi (Kahil El'Zabar)

Personnel: Kahil El'Zabar (batteria, kalimba, flauto, voce); Yosef Ben Israel (basso); Ari Brown (sax tenore, pianoforte); Billy Bang (violino)

Title: Big M: A Tribute to Malachi Favors | Year Released: 2007 | Record Label: Delmark Records

About Kahil El'Zabar
Articles | Calendar | Discography | Photos | More...

Tags

Shop for Music

Start your music shopping from All About Jazz and you'll support us in the process. Learn how.

Related

Read Cause and Effect
Cause and Effect
By Ian Patterson
Read Geschmacksarbeit
Geschmacksarbeit
By John Eyles
Read Emergence
Emergence
By Geannine Reid
Read Never More Here
Never More Here
By Dan McClenaghan
Read Lanzarote
Lanzarote
By Gareth Thompson
Read Strong Thing
Strong Thing
By Geannine Reid
Read Ocean in a Drop
Ocean in a Drop
By Geno Thackara