All About Jazz

Home » Tag Center » Tag: Manila Jazz Festival

Content by tag "Manila Jazz Festival"

ARTICLE: ALBUM REVIEWS

Joe Lovano US Five: Cross Culture

Read "Cross Culture" reviewed by AAJ Italy Staff

Oltre settantacinque minuti di musica, quasi al limite dello spazio fisico a disposizione, quando l'attuale tendenza è quella di avvicinarsi alla durata dei vecchi long-playing. Manie di grandezza? Brani interminabili con altrettanto interminabili sequenze di assoli? Niente di tutto questo, perché Cross Culture ci pare il riuscito tentativo da parte di Joe Lovano di riunire in un CD lo spirito ...

ARTICLE: ALBUM REVIEWS

Aaron Neville: My True Story

Read "My True Story" reviewed by AAJ Italy Staff

Dopo aver reinterpretato i classici della soul music (Bring It on Home) e del gospel (I Know I've Been Changed, prodotto da Allen Toussaint) era inevitabile che Aaron Neville si rivolgesse al repertorio del doo-wop, lo stile vocale nato negli anni cinquanta nelle strade di Harlem e Brooklyn che ebbe vastissima popolarità per tutto quel decennio ma le cui tracce ...

ARTICLE: ALBUM REVIEWS

José James: No Beginning No End

Read "No Beginning No End" reviewed by AAJ Italy Staff

Che la presenza della voce nel jazz sia un'importante chiave di successo commerciale non è certo una novità [anche la coraggiosa Impulse! consigliò a John Coltrane un bel disco con Johnny Hartman, dopotutto...], ma negli ultimi tempi assistiamo a un ulteriore rinforzarsi di queste strategie di marketing. Se le vicende di casa nostra raccontano di abbinamenti come quelli tra Gino ...

ARTICLE: ALBUM REVIEWS

Lionel Loueke: Mwaliko

Read "Mwaliko" reviewed by AAJ Italy Staff

Decisamente esile la proposta del beniniano Lionel Loueke (già sodale di Terence Blanchard e Herbie Hancock, fra gli altri) così come ci giunge da questo Mwaliko (in swahili “invito"), pur in possesso di un suo aplomb, una sua coerenza, che di fatto coincidono però con un gusto reiterato per l'effimero, l'ornamentale, l'(artisticamente) impalpabile.

La modesta ...

ARTICLE: ALBUM REVIEWS

Erik Truffaz: In Between

Read "In Between" reviewed by AAJ Italy Staff

In Between è album rivelatore riguardo l'attuale stato dell'arte del trombettista franco-svizzero Erik Truffaz e altrettanto implacabile nel sottolineare pregi e difetti che spesso contraddistinguono la sua produzione. Evidenzia cioè la capacità di Truffaz di attraversare stili e generi, miscelarli tra di loro in maniera anche accattivante ma insinua la sensazione, difficile da scacciare, che il tutto rimanga ...

ARTICLE: ALBUM REVIEWS

Jason Moran: Ten

Read "Ten" reviewed by AAJ Italy Staff

Dieci anni di vita per Bandwagon, il trio guidato dal pianista Jason Moran con il bassista Tarus Mateen e il batterista Nasheet Waits. Giusto celebrarne la coesione espressiva e l'efficacissima capacità di sintesi che ha dimostrato in questo decennio di dischi e concerti, gettando in un certo senso un ponte - di magistrale architettura - tra tradizione e ...

ARTICLE: ALBUM REVIEWS

Petra Magoni - Ferruccio Spinetti: Musica Nuda 55/21

Read "Musica Nuda 55/21" reviewed by AAJ Italy Staff

A forza di spogliarla, la musica potrebbe avere un po’ di pudore a mostrarsi. Anche perché, Petra Magoni con l’inossidabile Ferruccio Spinetti, le fanno lo strip-tease da almeno cinque anni. Giunti a questo ennesimo denudamento c’è da chiedersi se ne varrebbe la pena continuare ancora a metterne a nudo classici di jazz, pop e musica italiana. Perché, dagli e ...

ARTICLE: ALBUM REVIEWS

Dianne Reeves: When You Know

Read "When You Know" reviewed by AAJ Italy Staff

Che Dianne Reeves sia una diva dall’ugola d’oro nessuno lo mette in dubbio. Ha vinto per ben quattro volte il Grammy, e di recente un oscar per la colonna sonora del film “Good Night and Good Luck" di George Clooney. Ha una voce possente e chiara, che si estende a piacere fino ad abbracciare le orecchie dell’ascoltatore come un ...

ARTICLE: ALBUM REVIEWS

Alice Ricciardi: Comes Love

Read "Comes Love" reviewed by AAJ Italy Staff

Di interpreti il music businnes ne propone a bizzeffe. Spesso sono bluff in piena regola, in altri casi si distinguono per “ragioni” extra musicali. Poche sono le volte che ci si trova di fronte a vere professioniste del canto. Come è il caso di Alice Ricciardi. Milanese di nascita, studi di conservatorio in violino e pianoforte, prima di ...