2

Box: Erosion

Luigi Sforza By

Sign in to view read count
Box: Erosion Una considerevole distanza separa la musica dei Boxmusic/Cargocollective—gruppo di giovani musicisti elvetici—da ogni forma di ortodossia musicale, soprattutto da quella jazzistica. Nel loro secondo disco, Erosion (il primo, Bruch, è del 2008), il quartetto instaura un regime sonoro ampiamente elettronico, che prevede comunque la presenza di suoni acustici di tromba e batteria, della vocalità rapper (Black Cracker, Sky189 e Claire Hugueni) e dei timbri elettrici di tastiere varie, chitarre e basso.

Il disco è un'opera reticolare, in cui agglomerati molecolari di suono si compattano organicamente attorno ai declamativi vocali in stile rap/hip hop, e avvolgono il vero nucleo strutturale dei brani, ovvero le cellule melodico-ritmiche di tastiere e tromba.
A partire dalla presenza di effetti elettronici, che funzionano come una sorta di "rumore rosa" (onnipresente o quasi), la sostanza semidigitale dei suoni viene ad essere costantemente strutturata e destrutturata, allo scopo di dare alla musica una forma liquida.
L'opulenza verbale—nelle sei tracce del disco in cui compare- non pretende di dipanarsi nella classica forma canzone, è soprattutto flusso continuo di parole, ritmo ed evocazione di immagini, e trova nella vocalità rap di Sky 189—soprattutto in "Tempest" e "Mind Erosion"- e nelle inflessioni recitative di Black Cracker (in "Call Me Erosion") la perfetta sintesi tra potenza sonora ed energia evocativa dei versi.
Particolarmente suggestivo è il brano "NYX"- il meno elettronico dell'album- che si fa apprezzare per il senso di compatezza strutturale e per l'ottimo incastro tra le voci strumentali.

Senza voler necessariamente voler far riferimento a lavori come Doo Bop di Miles Davis o Jazzmatazz Volume 1 di Guru, dai quali Erosion in qualche modo discende, l'album dei Box rappresenta un incontro ben riuscito tra vari linguaggi musicali, compresi la succinta sintassi jazzistica di tromba, tastiere e batteria, il rock di Kaspar von Grunigen (KVG) e l'elettronica.

Track Listing: The Message; After the Storm; Cupola; Tempest; Clignote en Panique; Masked Parade; NYX; Gmynastic Ball; Call Me Erosion; Mind Erosion; Soracum.

Personnel: Niklaus Hürny: tromba, elettronica; Fabian M. Mueller: Fender Rhodes, micro korg; Kaspar von Grünigen: basso, electronica; Alexandre Maurer: batteria.

Year Released: 2013 | Record Label: Unit Records


Related Video

Shop

More Articles

Read Malnoia CD/LP/Track Review Malnoia
by Dan Bilawsky
Published: April 24, 2017
Read Get 'Em CD/LP/Track Review Get 'Em
by Dan McClenaghan
Published: April 24, 2017
Read Radioactive Landscapes EP CD/LP/Track Review Radioactive Landscapes EP
by Troy Dostert
Published: April 24, 2017
Read Wake Up Call CD/LP/Track Review Wake Up Call
by Glenn Astarita
Published: April 24, 2017
Read The Many Minds of Richie Cole CD/LP/Track Review The Many Minds of Richie Cole
by Rob Rosenblum
Published: April 24, 2017
Read LifeCycle CD/LP/Track Review LifeCycle
by Dan Bilawsky
Published: April 23, 2017
Read "Vit" CD/LP/Track Review Vit
by Mark Sullivan
Published: February 7, 2017
Read "Common Ground" CD/LP/Track Review Common Ground
by Jack Bowers
Published: April 16, 2017
Read "Standard Blue" CD/LP/Track Review Standard Blue
by C. Michael Bailey
Published: March 3, 2017
Read "Right to Love" CD/LP/Track Review Right to Love
by Jim Olin
Published: June 19, 2016
Read "Juxtaposition" CD/LP/Track Review Juxtaposition
by David A. Orthmann
Published: March 9, 2017
Read "A Good Time Was Had By All" CD/LP/Track Review A Good Time Was Had By All
by Jack Bowers
Published: July 25, 2016

Post a comment

comments powered by Disqus

Sponsor: ECM RECORDS | BUY NOW  

Support our sponsor

Support All About Jazz's Future

We need your help and we have a deal. Contribute $20 and we'll hide the six Google ads that appear on every page for a full year!