ADVERTISE WITH US

Angelo Leonardi

Critico musicale interessato agli aspetti socio-antropologici del jazz

About Me

Laurea in sociologia: tesi in sociologia della musica Collaboratore del mensile "Musica Jazz" dal 1973 Conferenze, pubblicazioni editoriali e a mezzo stampa. Cura e conduzione di programmi radiofonici

My Jazz Story

Amo il jazz dall'età di 15 anni. Sono nato ed ho passato l'adolescenza a Perugia e prima che nascesse Umbria Jazz il locale circolo del jazz di Carlo Pagnotta programmava ogni tanto dei concerti. Avevo iniziato ad amare il jazz ascoltando un programma radiofonico tenuto dal trombettista Nunzio Rotondo ma l'ascolto live di Daniel Humair, John Surman, Lou Bennett, Jean Luc Ponty e qualche altro alla fine degli anni sessanta. Fu in grande imprinting!!! Amavo ovviamente anche il rock ma il jazz era un'altra cosa. Il primo disco che acquistai furono le incisioni Dial di Charlie Parker di cui avevo letto in un'enciclopedia . Altra botta !!!! A distanza di molti anni questa musica (ma non solo l'arte afro-americana in generale, anche le musiche del Brasile, il Fado e varie espressioni folk di mezzo mondo) non ha smesso di appassionarmi.

My Favorites

  1. Louis Armstrong - Hot Five and Seven
  2. Miles Davis - Kind Of Blue
  3. Eric Dolphy - Out To Lunch
  4. Charles Mingus - The Black Saint And The Sinner Lady
  5. Bill Evans - Live At Village Vanguard
  6. Charlie Parker - On Dial
  7. Lester Young - Aladdin Session
  8. Duke Ellington - Black Brown And Beige
  9. Lennie Tristano Requiem
  10. Gil Evans - The Individualism

Join the staff. Writers Wanted!

Develop a column, write album reviews, cover live shows, or conduct interviews.

Please support out sponsor