All About Jazz

Home » Articoli » Album Reviews

0

Miguel Zenon: Yo soy la tradicion

Maurizio Zerbo By

Sign in to view read count
I più creativi jazzisti di estrazione latino-americana sono da qualche anno impegnati nel ripensamento delle proprie radici musicali, facendole interagire con altri mondi espressivi. Oltre naturalmente al jazz, le risorse timbriche della musica eurocolta sono qui il trait d'union di un progetto ambizioso, rivolto a sottolineare l'evangelizzazione cristiana degli spagnoli in terra caraibica.

Estendendo a tutti i pezzi di questo album la tessitura musicale esplorata in qualche brano del precedente Awake (2008), Miguel Zenon recupera il mirabile esempio di third-stream che aveva innervato negli anni Sessanta Focus di Stan Getz. Il fine è quello di dare un respiro diverso alle sincopi ed agli elementi ritmici afro-caraibici della sua formazione, mettendo in campo con profitto una apertura mentale e una disposizione al rischio non comuni nel mondo discografico di oggi.

A seconda dei gusti o della formazione culturale di chi lo ascolta, Yo soy la tradicion può suscitare giudizi contrastanti. Può sembrare stucchevole ai cultori della tradizione musicale latino americana in clave, fantasiosa per quanti prediligono il connubio oggi di moda fra jazz e musica eurocolta.

Track Listing: Rosario; Cadenas; Yumac; Milagrosa; Viejo; Cadenza; Promesa; Villalbeno.

Personnel: Miguel Zenon: alto saxophone; Clara Lyn: violin; Maeve Feineberg: violin; Doyle Armbrust: viola; Russell Rolan: cello.

Title: Yo soy la tradicion | Year Released: 2019 | Record Label: Miel Music

About Miguel Zenon
Articles | Calendar | Discography | Photos | More...

Tags

Shop for Music

Start your music shopping from All About Jazz and you'll support us in the process. Learn how.

Related

Read Blue World
Blue World
By Victor L. Schermer
Read Tenging
Tenging
By Friedrich Kunzmann