All About Jazz

Home » Articoli » Album Reviews

3

Peter Brotzmann, Sonny Sharrock: WHATTHEFUCKDOYOUWANT

Enrico Bettinello By

Sign in to view read count
Si aprano le porte dell'inferno!
L'ottima Trost Records convince Peter Brötzmann a ripescare nei propri archivi questo bruciante set del 1987 in duo con la chitarra di Sonny Sharrock; unico precedente della detonante coppia, il vinile Fragments per la Okkadisk, che però è registrato un paio di anni più tardi e uscito nel 2003.

Si erano incontrati per la prima volta alla fine degli anni Sessanta, Sharrock e Brötzmann, quando ancora il chitarrista era nel gruppo del flautista Herbie Mann. Si ritroveranno qualche anno più tardi, nei Last Exit di Bill Laswell, con Ronald Shannon Jackson dietro i tamburi, dando vita a una delle musiche più potenti del periodo.

Il titolo di questo disco -undici tracce registrate dal vivo in Lussemburgo-fa riferimento, come spiega il sassofonista tedesco nelle brevi note di copertina, a un episodio di quel periodo, quando l'abitualmente mite Sharrock era arrivato a tirare fuori un coltello e urlare la non troppo signorile frase al manager di allora, che se l'era data comprensibilmente a gambe!
Ma è un titolo che racconta anche molto bene l'irriducibilità della musica a qualsivoglia attitudine indagatrice. Quella dei due musicisti è una necessità espressiva insopprimibile, che vive di urlo, di saturazione, di deformazione del suono, di accumuli energetici che hanno un qualcosa di fortemente primitivo, un qualcosa che potremmo definire "punk" se non fosse che il termine è diventato eccessivamente connotato e riduttivo nei confronti della fragorosa umanità che i due trasmettono.

Sbaglierebbe però chi, non volendosi sentire rispondere "Whatthefuckdoyouwant?," liquidasse il disco come una delle tante, pur adrenaliniche e appassionanti, free-jam del genere. Quello tra Sharrock e Brötzmann è un vero e proprio dialogo, fatto di ascolto reciproco quasi religioso (per quanto il clima sia assai più luciferino, come dicevamo in apertura), di scambi e rimandi che, specialmente nella parte centrale del concerto (le sezioni qui numerate come 5-6 e 7, ad esempio) costruiscono una narrazione emozionante.

Industriale e elettrico, viscerale e blues, questo disco non sarà probabilmente quello che metterete se vi viene a trovare una vecchia zia o che vi rilasserà al ritorno dal lavoro mentre sorseggiate uno sherry, ma è davvero un momento notevole della storia tra i due musicisti e non meritava certo di rimanere nascosto nei cassetti di casa Brötzmann.

Track Listing: Whatthefuckdoyouwant 1; Whatthefuckdoyouwant 2; Whatthefuckdoyouwant 3; Whatthefuckdoyouwant 4; Whatthefuckdoyouwant 5; Whatthefuckdoyouwant 6; Whatthefuckdoyouwant 7; Whatthefuckdoyouwant 8; Whatthefuckdoyouwant 9; Whatthefuckdoyouwant 10; Whatthefuckdoyouwant 11.

Personnel: Peter Brötzmann: alto saxophone, tenor saxophone, bass saxophone; Sonny Sharrock: electric guitar.

Title: WHATTHEFUCKDOYOUWANT | Year Released: 2014 | Record Label: Trost Records

About Peter Brötzmann
Articles | Calendar | Discography | Photos | More...

Tags

Listen

Watch

Shop for Music

Start your music shopping from All About Jazz and you'll support us in the process. Learn how.

Related Articles

Read The People I Love
The People I Love
By Mark Corroto
Read Drone Dream
Drone Dream
By John Sharpe
Read Uppsala 1971
Uppsala 1971
By Chris Mosey
Read Traslaciones
Traslaciones
By Jack Bowers
Read La Proxima
La Proxima
By Dan McClenaghan
Read Combobulated
Combobulated
By John Sharpe