All About Jazz

Home » Articoli » Album Reviews

1

Poolplayers: Way Below the Surface

AAJ Italy Staff By

Sign in to view read count
Poolplayers è un progetto nato dall’idea di Benoît Delbecq di mettere a confronto alcuni dei più interessanti improvvisatori della scena europea.

Una musica lenta e introspettiva, quella di questo Way Below the Surface, quasi immobile, ad evocare atmosfere notturne e sotterranee di grande lirismo.

Le strutture apparentemente semplici, sono in realtà più ermetiche e complesse, il linguaggio estremamente personale e l’improvvisazione gioca un ruolo determinante nei fraseggi.

Opera di grande spessore, appare come un ologramma sonoro, muta lentamente e non rimane mai fissa: una suite onirica piena di atmosfera e in cui i dialoghi a due - tra il piano preparato di Delbecq, la voce o la tromba di Henriksen e la batteria di Juul - si alternano con grande carattere e interplay e Arguelles conferisce liquidità a un suono spesso composto di piccoli frammenti.

Le quattro personalità in campo differiscono profondamente per provenienza geografica (Francia, Norvegia, Inghilterra e Danimarca) e background musicale, ma mostrano feeling e una comune attitudine all’esplorazione dei territori di confine tra Cage, jazz e musica elettronica: il risultato si caratterizza per sensualità, lirismo, e grande fluidità poetica…

Il fraseggio di Delbecq si basa quasi sempre su note basse - fremiti, vibrazioni, frammenti… mai melodici - Henriksen alla tromba è melodico ma con un suono più strisciante e agonizzante del solito, mentre alla voce gioca con grande padronanza e lirismo nella tonalità alta del “falsetto” (superlativo il duo con il piano alla traccia 5).

Juul scandisce il tempo, ma con trame fitte e leggere, quasi sospese, e Arguelles sembra dar vita alla scenografia su cui si muovono gli attori.

Il disco è stato registrato live in studio - coi quattro dunque che suonavano insieme - e nonostante il repertorio astratto e rarefatto l’effetto è stato quello di produrre un suono coeso, una musica che evolve e sgorga in tempo reale e poi si rigenera… sempre sensuale, nebulosa, onirica…

Chiudiamo con due parole sulla registrazione: di ottima qualità e ulteriormente valorizzata dal fatto che la Songlines, da qualche tempo, punta sullo standard SuperAudioCd - con grande piacere degli audiofili appassionati di musica.

Visita i siti di Poolplayers, Benoît Delbecq, Arve Henriksen, Steve Argüelles e Lars Juul.

Track Listing: 1. Beneath the Undercurrent - 04:46; 2. A Rumoured Version of Ourselves - 06:38; 3. Two Fold - 02:32; 4. Bob Whites - 05:15; 5. Time Makes the Tune - 11:54; 6. A Triple of Keys - 02:48; 7. Polylectic - 08:07; 8. Noded Disnoded - 08:07; 9. Luz - 06:39. Tutte le composizioni sono di Arve Henriksen, Benoît Delbecq, Lars Juul, Steve Argüelles.

Personnel: Arve Henriksen (tromba, voce, elettronica); Benoît Delbecq (piano, bass station); Lars Juul (batteria, elettronica); Steve Argüelles (Usine, delays, Sherman filter).

Title: Way Below the Surface | Year Released: 2008 | Record Label: Songlines Recordings

About Arve Henriksen
Articles | Calendar | Discography | Photos | More...

Tags

Shop for Music

Start your music shopping from All About Jazz and you'll support us in the process. Learn how.

Related

Read 4
4
By Karl Ackermann
Read And I Love Her
And I Love Her
By John Kelman
Read A New Kind Of Water
A New Kind Of Water
By Jerome Wilson
Read No Place to Fall
No Place to Fall
By Mark Corroto
Read Cooper's Park
Cooper's Park
By Mike Jurkovic
Read Katarsis4
Katarsis4
By Vitalijus Gailius
Read A Throw Of Dice
A Throw Of Dice
By Dan McClenaghan