All About Jazz

Home » Articoli » CD/LP/Track Review

1

Vinnie Sperrazza: Apocryphal

Vincenzo Roggero By

Sign in to view read count
Batterista piuttosto indaffarato, richiesto e apprezzato da molti musicisti, co-leader dei 40Twenty con Jacob Sacks, Vinnie Sperrazza debutta da solista con un gran album. Bastano i primi tre minuti di Apocryphal per intuire che questo sarà un disco ad alto tasso di interesse, giocato sui contrasti, sintonizzato su frequenze spesso disturbate che allertano continuamente le antenne degli ascoltatori.

Vi è dunque una melodia dai toni pastorali esposta dal sax di Loren Stillman, morbido e rassicurante nel suo incedere, vi è un pulsare ritmico carico di swing, magari non proprio canonico, proposto dal leader e da Eivind Opsvik e vi è il suono distorto, slabbrato, cosmico della chitarra di Brandon Seabrook impegnato in una stralunata opera di sabotaggio. La tensione si alimenta per autocombustione ed il brano si libera dalla iniziale linearità per aprirsi a più articolate e complesse suggestioni.

Ecco, l'intero album vive di questi contrasti, di atmosfere che implodono, di scie sonore dai colori pastello pronte a tramutarsi in acidi agglomerati di note. Non ce ne voglia il buon Sperrazza, ma pur essendo Apocryphal lavoro collettivo nel quale ciascuno fornisce il proprio decisivo apporto in termini di originalità e personalità, è il talento anarchico di Brandon Seabrook a marchiare a fuoco il disco.

La sua chitarra sembra provenire da un altro pianeta, genera riverberi, distorsioni, effetti eco, alimenta visioni che raccontano di incubi celati dalla normalità quotidiana. Grandiosa. Dal canto suo Sperrazza mostra doti di leader sicuro e democratico, veramente abile nell'allestire griglie compositive adatte ad esaltare le qualità della band, a darne forma compiuta e nello stesso tempo divertendosi a frantumarle sotto i colpi dei musicisti. Quella contenuta in Apocryphal è musica che si spinge in territori di confine difficile da etichettare, avventurosa e sorprendente.

Track Listing: Apocryphal; Thanksalot; Spalding Gray; Plainchant; Mendicant; Floor Phrase.

Personnel: Vinnie Sperrazza: batteria; Loren Stillman: sax alto; Brandon Seabrook: chitarra elettrica; Eivind Opsvik: contrabbasso.

Title: Apocryphal | Year Released: 2014 | Record Label: Loyal Label

Tags

Related Video

comments powered by Disqus

CD/LP/Track Review
Extended Analysis
CD/LP/Track Review
Read more articles
Hide Ye Idols

Hide Ye Idols

Loyal Label
2017

buy
Juxtaposition

Juxtaposition

Posi-Tone Records
2017

buy
Apocryphal

Apocryphal

Loyal Label
2014

buy
Peak Inn

Peak Inn

Fresh Sound New Talent
2009

buy
Ursa Minor

Ursa Minor

Envoi Recordings
2009

buy

Related Articles

Read Live! CD/LP/Track Review
Live!
by Mike Jurkovic
Published: July 19, 2018
Read My Favorite Things(1960-1969) CD/LP/Track Review
My Favorite Things(1960-1969)
by Jerome Wilson
Published: July 19, 2018
Read The Acadian Orogeny CD/LP/Track Review
The Acadian Orogeny
by Geannine Reid
Published: July 19, 2018
Read Drift CD/LP/Track Review
Drift
by Paul Rauch
Published: July 18, 2018
Read Journey Moments CD/LP/Track Review
Journey Moments
by Mike Jurkovic
Published: July 18, 2018
Read Moku Maluhia - Peaceful Island CD/LP/Track Review
Moku Maluhia - Peaceful Island
by Mark Sullivan
Published: July 18, 2018
Read "The Blues and I Should have a Party" CD/LP/Track Review The Blues and I Should have a Party
by C. Michael Bailey
Published: April 14, 2018
Read "UpRoot" CD/LP/Track Review UpRoot
by Glenn Astarita
Published: December 2, 2017
Read "My Singing Fingers" CD/LP/Track Review My Singing Fingers
by Dan McClenaghan
Published: May 25, 2018
Read "Disaster Relief" CD/LP/Track Review Disaster Relief
by Paul Naser
Published: July 2, 2018
Read "Traveling Moving Breathing" CD/LP/Track Review Traveling Moving Breathing
by Mark Sullivan
Published: May 29, 2018
Read "It's Always 9.30 In Zog" CD/LP/Track Review It's Always 9.30 In Zog
by Roger Farbey
Published: August 11, 2017