All About Jazz

Home » Articoli » Album Review

1

Joe Zawinul & the Zawinul Syndicate: Vienna Nights

AAJ Italy Staff By

Sign in to view read count
Joe Zawinul & the Zawinul Syndicate: Vienna Nights
Fin dai tempi dei Weather Report Joe Zawinul ha perseguito una sua personale interpretazione della world music, filtrata attraverso il jazz e l'elettronica, ma è solo con la fondazione del suo gruppo personale The Zawinul Syndicate che ha potuto dare libero sfogo alla sua visione musicale, spingendola all'estremo.

Se la grandezza dei Weather Report stava nel bilanciamento tra le forti personalità dei suoi membri, ognuno apportatore di una propria personale concezione della musica d'assieme, che ha reso quell'avventura unica e irripetibile, il tastierista austriaco col suo nuovo gruppo non è più riuscito a raggiungere quelle vette assolute, pur percorrendo un cammino non privo di fascino e soddisfazioni.

Il ritmo e le voci sono ancora le basi principali della world music secondo Zawinul, con le tastiere a cementare il tutto e a dividersi lo spazio solistico con gli altri strumenti (in prevalenza chitarre). Col tempo l'impiego dell'elettronica si è ridimensionato, soprattutto gli effetti di filtro alle voci che hanno così ritrovato la loro naturalezza (ma il vocoder non è affatto sparito) e aumentato la presenza complessiva, evocando principalmente scenari africani senza dimenticare il mondo arabo-andaluso.

Questo doppio CD raccoglie alcuni brani registrati nel 2004 al Birdland di Vienna, locale fondato dallo stesso Zawinul, con due diverse formazioni del Syndicate, e pur non aggiungendo gran che di nuovo alla discografia esistente rappresenta un discreto excursus sulla produzione attuale del musicista austriaco, chiudendo in bellezza con uno sguardo al suo glorioso passato con la triade "Three Postcards", "Badia" e "Boogie Woogie Waltz".

Track Listing

CD1: 01. Y'elena (Salif Keita) - 5:33; 02. Two Lines (Zawinul) - 5:04; 03. Do You Want Some Tea, Grandpa? (Tuncboyaciyan) - 7:40; 04. Chabiba (Karim Ziad) - 6:39; 05. Blue Sound/Note 3 (Zawinul) - 5:30; 06. Rooftops of Vienna (Zawinul) - 6:59; 07. Louange (Karim Ziad) - 5:15; 08. East 12th Street Band (Zawinul) - 8:57 CD2: 01. Café Andalusia (Zawinul) - 9:14; 02. Borges Buenos Aires (Zawinul) - 9:55; 03. Tower of Silence (Zawinul)- 6:46; 04. Intro to a Mighty Theme (Zawinul) - 1:51; 05. Come Sunday (Ellington) - 6:42; 06. Three Postcards (Zawinul) - 2:58; 07. Badia (Zawinul) - 4:53; 08. Boogie Woogie Waltz (Zawinul) - 4:23

Personnel

Joe Zawinul (tastiere, vocoder); Linley Marthe (basso); Amit Chatterjee (chitarra, voce); Sabine Kabongo (voce, percussioni); Manolo Badrena (percussioni, voce); Nathaniel Townsley (batteria, percussioni); Alegre Correa (chitarra); Karim Ziad (batteria, percussioni); Aziz Sahmaoui (voce, percussioni); Arto Tuncboyaciyan (percussioni, voce); Scott Henderson (chitarra)

Album information

Title: Vienna Nights | Year Released: 2006 | Record Label: BHM Productions

Post a comment about this album

Tags

Shop Amazon

More

Read Light In The World
Light In The World
Nocturnal Four
Read A Time And A Place
A Time And A Place
Dustin Laurenzi's Natural Language
Read Mayan Suite
Mayan Suite
Brian Andres
Read When You Find It
When You Find It
Arthur White and Merge
Read Rainbow Baby
Rainbow Baby
Cathlene Pineda
Read An Open Dialogue
An Open Dialogue
Linda Sikhakhane

All About Jazz needs your support

Donate
All About Jazz & Jazz Near You were built to promote jazz music: both recorded and live events. We rely primarily on venues, festivals and musicians to promote their events through our platform. With club closures, shelter in place and an uncertain future, we've pivoted our platform to collect, promote and broadcast livestream concerts to support our jazz musician friends. This is a significant but neccesary effort that will help musicians now, and in the future. You can help offset the cost of this essential undertaking by making a donation today. In return, we'll deliver an ad-free experience (which includes hiding the bottom right video ad). Thank you.

Get more of a good thing

Our weekly newsletter highlights our top stories and includes your local jazz events calendar.