All About Jazz

Home » Articoli » Album Review

0

Giorgio Albanese Quintet + Orchestra: Vento di Maestrale

Neri Pollastri By

Sign in to view read count
Giorgio Albanese Quintet + Orchestra: Vento di Maestrale
Fisarmonicista eclettico dalle molte collaborazioni e compositore coraggioso, Giorgio Albanese presenta qui un lavoro piuttosto originale, con un organico di grande spicco, selezionato -tutti sono usi alla ricerca musicale più ardita -e cangiante -quattro brani sono in quintetto, uno in solo e l'ultimo si avvale di un'orchestra.

Le composizioni fondono tradizioni e stilemi diversi, compenetrando in modo spontaneo tradizione jazz e spirito melodico nostrano, musica contemporanea e materiale più convenzionalmente fisarmonicistico. Ne è esempio "Beyond the Blue Sky," basata su un tema tipicamente (ma non scontatamente) mediterraneo, all'interno del quale però entrano con grande autonomia e pertinenza un bel solo di contrabbasso di Danilo Gallo, un intervento pianistico di Gianni Lenoci chiaramente ispirato alla musica di Mal Waldron, un libero e jazzistico assolo al soprano dell'ospite Steve Potts, mentre il leader alla fisarmonica usa stilemi provenienti ora dal tango, ora dalla pratica di Richard Galliano con i maestri del jazz.

Gli altri brani in quintetto si muovono su questa traccia costruttiva, sebbene si dirigano in direzione anche assai diverse ("Lobbying," per esempio, ha un'intensità dinamica molto più marcata, vi si perdono i sapori mediterranei ma vi entrano quelli dell'elettronica contemporanea), mentre il clima cambia sia in "Labirinto" -condotto in solitudine e nel quale perciò Albanese offre soprattutto un saggio della sua abilità strumentale -sia nella lunga (oltre ventuno minuti) "Suite del Maestrale."

In quest'ultima traccia la formazione si allarga ad orchestra di quindici elementi, tra i quali rimangono Gallo e Potts, e assume una modalità che richiama un po' quella Minafric Orchestra della quale Albanese fa parte: discorso narrativo aperto e sospeso tra pause dinamiche colme di pathos e intensità composita, a tratti quasi gioiosamente cacofonica. Anche in questo caso, originale e coraggiosa la scelta, interessante e godibile l'esito.

Track Listing

Slot Machine; Schizofrenie; Behind the Blue Sky; Lobbying; Labirinto; Suite del Maestrale.

Personnel

Giorgio Albanese: fisarmonica, sintetizzatore; Gianni Lenoci: pianoforte, sintetizzatore; Danilo Gallo: contrabbasso, sintetizzatore; Pippo “Ark” D’Ambrosio: batteria; Steve Potts: sax soprano.
Per l'orchestra: Dario Nitti: marimba; Antonio Valente: marimba; Giorgio Distante: tromba, elettronica; Mike Rubini: sax contralto, baritone; Michele Salvemini: clarinetto basso, elettronica; Alberto Piccinni: strumenti autocostruiti; Giorgia Santoro: flauti; Stefano Luigi Mangia: voce; Pablo Montagne: chitarra; Giovanni Angelini: batteria; Pino Basile: batteria; Giacomo Mongelli: percussioni.

Album information

Title: Vento di Maestrale | Year Released: 2016 | Record Label: Skycap Records

Watch

Tags

Shop Amazon

More

Read Giulia
Giulia
Francesco Cataldo
Read Rhythm Abstraction: Ruby
Rhythm Abstraction: Ruby
Frank Macchia / Brock Avery
Read Hypnosis
Hypnosis
Pauli Lyytinen Magnetia Orkesteri

All About Jazz needs your support

Donate
All About Jazz & Jazz Near You were built to promote jazz music: both recorded and live events. We rely primarily on venues, festivals and musicians to promote their events through our platform. With club closures, shelter in place and an uncertain future, we've pivoted our platform to collect, promote and broadcast livestream concerts to support our jazz musician friends. This is a significant but neccesary effort that will help musicians now, and in the future. You can help offset the cost of this essential undertaking by making a donation today. In return, we'll deliver an ad-free experience (which includes hiding the bottom right video ad). Thank you.

Get more of a good thing

Our weekly newsletter highlights our top stories and includes your local jazz events calendar.