All About Jazz

Home » Articoli » Album Reviews

1

Charles Lloyd & the Marvels + Lucinda Williams: Vanished Gardens

Luca Muchetti By

Sign in to view read count
Un incanto di album. La chitarra tesa, dai richiami folk e sognante è quella inconfondibile del maestro Bill Frisell, il sassofono è quello lirico di Charles Lloyd, il musicista che dal quartetto anni Sessanta con Keith Jarrett passò ai Celebration al fianco dei The Beach Boys per poi tornare al jazz negli anni Ottanta e Novanta dopo aver incrociato la strada di Michel Petrucciani. La voce, invece, è quella di Lucinda Williams, una delle più grandi cantanti della scena Americana e alternative country. A completare i ranghi il resto dei Marvels, la band che accompagna Lloyd e che vede in formazione (oltre allo stesso Frisell) anche Greg Leisz alla pedal steel guitar e al dobro, Reuben Rogers al basso ed Eric Harland alla batteria

In apparenza un trio frutto di uno strambo mix di musicisti non troppo vicini sebbene apparentati —per lo meno Frisell e Williams —da quel legame con le musica delle radici degli Stati Uniti. E invece no: il risultato di questo progetto è qualcosa che ha a che fare tanto con i territori polverosi dell'heartland rock, quanto con un concetto di jazz al servizio della canzone, o per lo meno strettamente a lei apparentato.

Dopo una intro strumentale che coincide con la prima traccia ("Defiant"), la voce di Williams fa il suo grande ingresso su "Dust," aggiungendo pathos ad una band che da sola nella traccia precedente ha già alzato da zero a dieci il livello emotivo. Musica di grande atmosfera in cui tutto è diviso fra l'immaginario di grandi panorami americani e una forma imprevedibile e impolverata di jazz che srotola sotto le ruote nastri e nastri di strade blu.

Non è un album organico: gli stacchi, i salti da un territorio all'altro spesso si sentono nelle orecchie e sulla pelle. Strumentali che sbandano vistosamente spinti dal sassofono irrequieto di Lloyd si alternano a ballad rette dalla voce di Williams in cui il sax decide di imbrigliarsi (per altro con risultati strepitosi). Tutto ciò però non sottrae nulla alla bellezza irregolare di Vanished Gardens che, in chiusura, regala anche una cover di "Angel" di Jimi Hendrix.

Dieci brani, dieci panorami —tutti al confine —dall'America profonda.

CD della settimana.

Track Listing: Defiant; Dust; Vanished Gardens; Ventura; Ballad of the Sad Young Men; We've Come Too Far; Blues for Langston & Larue; Unsuffer Me; Monk's Mood; Angel.

Personnel: Charles Lloyd: tenor saxophone and flute; Bill Frisell: guitars; Greg Leisz: pedal steel guitar, dobro; Reuben Rogers: bass; Eric Harland: drums; Lucinda Williams: vocals.

Title: Vanished Gardens | Year Released: 2018 | Record Label: Blue Note Records

Tags

Watch

comments powered by Disqus

Shop for Music

Start your music shopping from All About Jazz and you'll support us in the process. Learn how.

Upcoming Shows

Date Detail Price
Jul15Mon
Charles Lloyd Quartet
New Morning
Paris, France
€33.60
Jul22Mon
Charles Lloyd, Kindred Spirits
Porgy & Bess
Vienna, Austria
Nov5Tue
Charles Lloyd
Tivoli/vredenburg
Utrecht, Netherlands
Nov5Tue
Charles Lloyd
Tivolivredenburg
Utrecht, Netherlands

Related Articles

Read LP1 Album Reviews
LP1
By Dan Bilawsky
June 17, 2019
Read The Garden Of Earthly Delights Album Reviews
The Garden Of Earthly Delights
By Friedrich Kunzmann
June 17, 2019
Read Groove Machine Album Reviews
Groove Machine
By Don Phipps
June 17, 2019
Read Life in the Modern World Album Reviews
Life in the Modern World
By Nicholas F. Mondello
June 17, 2019
Read Live at I.C.U.U. Album Reviews
Live at I.C.U.U.
By Karl Ackermann
June 16, 2019
Read 789 Miles Album Reviews
789 Miles
By David A. Orthmann
June 16, 2019
Read Follow Me Album Reviews
Follow Me
By Roger Farbey
June 16, 2019