All About Jazz

Home » Articoli » Album Reviews

0

Alessandra Franco - Anna Garano: Un Jour

Neri Pollastri By

Sign in to view read count
La prima volta che ho ascoltato Alessandra Franco, cantante triestina dalle impressionanti capacità vocali e dalle frequentazioni musicali più varie, è stato in un disco in duo con Giovanni Maier, nel quale improvvisava con incredibili vocalizzi; l'ho ritrovata qualche anno dopo nella festosa e trasversale band di Claudio Cojaniz, I Diavoli Rossi, e anche lì non svolgeva un ruolo da tradizionale cantante; la ritrovo adesso in questo notevole lavoro assieme alla chitarrista Anna Garano, nel quale non ci sono propriamente né jazz, né improvvisazione, ma che è lo stesso ben difficile da etichettare.

L'album si compone infatti di tredici canzoni, gran parte delle quali per chitarra e voce, dunque dal tono cameristico e dall'impianto tradizionale. Solo che la selezione dei brani è piuttosto singolare: vi troviamo infatti brani della tradizione popolare di paesi anche lontani tra loro—l'Armenia di "Lusin Yelav," la Macedonia dell'incantevole "Zajdi Zajdi," il mondo ebraico dell'yiddish "Yabibai"—accanto a canzoni originali, scritte dalle due protagoniste; ma anche gli originali sono singolari, perché quelli della Garano hanno testi di poeti (di Beckett "Imagine" e "Roundelay," di Alda Merini "Dammi Canto"), mentre quelli della Franco—per esempio "Trigala," "Doina," "Gunam"—sembrano a loro volta provenire da lontani patrimoni etnici.

Inoltre, in alcuni brani si aggiungono alle due artiste alcuni ospiti—Simone Serafini al contrabbasso, Walter Beltrami alla chitarra, Flavio D'Avanzo alla tromba e al flicorno—e anche la Franco si accompagna suonando la fisarmonica, così che la musica—in duo resa raffinatamente scarna dalla Garano, che si unisce alla voce con la sua chitarra in un'intima interazione—muta e si fa più inquieta, impennandosi.

E poi c'è lei, la Franco: con il suo timbro caldo e avvolgente, con interpretazioni sempre commoventi, ora mantenendo netto il suono della voce, ora in invece adattandosi con vibrati, vocalizzi e altri artifici al clima del brano, come avviene in "Zajdi Zajdi" o in "Roundelay." Fino a impiegare suoni gutturali e doppie emissioni in "Doina," brano che per bellezza e orchestrazione è forse il culmine del lavoro e vale da solo il prezzo dell'acquisto.

Disco bellissimo, di enorme suggestione e raffinatezza, che permette di apprezzare a pieno un'artista che farebbe piacere ascoltare più spesso, su disco e dal vivo.

Track Listing: Imagine; Lusin Yelav; Bianca; Tragala; Dammi canto; Le; Doina; Chanson; Gunam; Zajdi Zajdi; Yabibay; Roundelay; Padme.

Personnel: Alessandra Franco: voce, pianofrte, fisarmonica; Anna Garano: chitarra; Walter Beltrami: chitarra elettrica (in “Tragala”, “Zajdi Zajdi”, “Padme”); Simone Serafini: contrabbasso (in Tragala”, “Doina”, “Zajdi Zajdi”, “Padme”); Flavio Davanzo: tromba (in “Doina”).

Title: Un Jour | Year Released: 2019 | Record Label: Nota CD

About Alessandra Franco
Articles | Calendar | Discography | Photos | More...

Tags

Watch

Shop for Music

Start your music shopping from All About Jazz and you'll support us in the process. Learn how.

Related

Read Sun Stone
Sun Stone
By Jack Bowers
Read Italian Songbook
Italian Songbook
By Nicholas F. Mondello
Read Remains of Echoes
Remains of Echoes
By Troy Dostert