All About Jazz

Home » Articoli » Album Review

1

Carla Bley - Andy Sheppard - Steve Swallow: Trios

Luigi Sforza By

Sign in to view read count
Carla Bley - Andy Sheppard - Steve Swallow: Trios
Trios—ultima produzione dello strepitoso trio composto da Carla Bley, Andy Sheppard e Steve Swallow—è uno di quei progetti musicali felicemente riusciti, in cui l'assoluta spontaneità espressiva dell'atto creativo lascia magicamente traccia di sé negli esiti. Questa produzione ECM è intellettualmente stimolante, possiede un suggestivo potere incantatorio e sprigiona una decisa, sana e positiva energia a bassa intensità.

Senza manierismi, Trios è un progetto dalla visione prodigiosamente ampia. Il disco concentra in sé libere associazioni, rifrazioni mozzafiato, e lancia sguardi discreti su mondi musicali paralleli. Si passa dal rimaneggiamento di un tema popolare norvegese ("Utviklingssang")—trattato con struggente intensità crepuscolare, quasi noir—a ipnotici e suggestivi melodsmi raveliani alla Bolero ("Vashkar")—che si espandono in umori mediorientali. O si va da stilizzate rappresentazioni monkiane—nei tre movimenti di "Les trios lagon (d'apres Henri Matisse)," in cui ci si imbatte in ballad dal sapore cameristico, macchie di suono circolari e distinti effetti blusey— a visioni metheniane ("Wildlife")—in cui la musica scaturisce da blocchi armonici, che seguono e assecondano melodie sempre cangianti e sinuose.
"The Girl Who Cried Champagne" —brano che chiude il CD— si configura come una bossa nova geometrizzata, in cui la quieta specularità tra pianoforte e basso riesce a condensare l'essenza profonda della musica brasiliana.

Per quanto tutti i brani siano vecchie composizioni ("Vashkar," affrontata dalla Bley per la prima volta faceva parte del repertorio dei Lifetime di Tony Williams), non dimostrano affatto di essere esteticamente anacronistiche. Si ha la sensazione che la musica galleggi nell'aria. Né una nota né un accordo suonano oltre misura o oltre il necessario. Nei respiri e nei silenzi si riassapora l'essenza stessa della musica.

Se proprio lo si vuol chiamare jazz, quello che si percepisce in Trios è un jazz cameristico. L'operazione musicale di Carla Bley & Co. non concede nulla, assolutamente nulla, all'ascolto disimpegnato. Ci troviamo di fronte ad un disco scarno ed essenziale in cui convivono classico e contemporaneo; è più che altro un'esperienza sonora che testimonia una creatività straripante, intesa come gioia pura di fare musica, e che rasenta la perfezione. Di sicuro uno dei migliori dischi del 2013.

Track Listing

Utviklingssang; Vashkar; Les Trois Lagons (d'après Henri Matisse): Plate XVII, Plate XVIII, Plate XIX; Wildlife: Horns, Paws Without Claws, Sex With Birds; The Girl Who Cried Champagne: Part 1, Part 2, Part 3.

Personnel

Carla Bley: piano; Andy Sheppard: tenor and soprano saxophones; Steve Swallow: bass.

Album information

Title: Trios | Year Released: 2013 | Record Label: ECM Records

Post a comment about this album

Tags

Shop Amazon

More

Read That Feeling
That Feeling
Eivind Austad
Read II
II
Nir Felder
Read Lotus-Pollen
Lotus-Pollen
Michael Robinson
Read Move On!
Move On!
Ron Oswanski
Read Lost & Found
Lost & Found
Guillermo Bazzola
Read Night Visions
Night Visions
Scott Sawyer
Read The Dancing Devils of Djibouti
The Dancing Devils of Djibouti
The Dancing Devils of Djibouti

All About Jazz needs your support

Donate
All About Jazz & Jazz Near You were built to promote jazz music: both recorded and live events. We rely primarily on venues, festivals and musicians to promote their events through our platform. With club closures, shelter in place and an uncertain future, we've pivoted our platform to collect, promote and broadcast livestream concerts to support our jazz musician friends. This is a significant but neccesary effort that will help musicians now, and in the future. You can help offset the cost of this essential undertaking by making a donation today. In return, we'll deliver an ad-free experience (which includes hiding the bottom right video ad). Thank you.

Get more of a good thing

Our weekly newsletter highlights our top stories and includes your local jazz events calendar.