All About Jazz

Home » Articoli » Album Review

0

Henry Threadgill Zooid: Tomorrow Sunny / The Revelry, Spp

AAJ Italy Staff By

Sign in to view read count
Henry Threadgill Zooid: Tomorrow Sunny / The Revelry, Spp
Non dovrebbe essere una sorpresa per nessuno sentir dire che Henry Threadgill è da almeno venticinque anni (bypassando la nodale esperienza collettiva di Air, quindi) una delle figure-guida del jazz internazionale, seppur meno reclamizzata di altre, a loro volta di indiscutibile statura, ma magari un po' più inclini a lisciare il pelo all'uditorio.

Questo nuovo lavoro del chicagoano, ennesima gemma regalataci da Zooid, gruppo nato una dozzina d'anni fa sulle ceneri - si fa per dire - dei gloriosi Sextet(t) e Very Very Circus (senza dimenticare l'esperienza di Make a Move), non fa che ribadirlo con totale eloquenza.

Dei due precedenti appena citati, Zooid - e questo album specifico - recupera input-chiave, specie nelle sonorità, che la presenza di tuba (anteposta decisamente da Davila rispetto al trombone) e chitarra (là entrambe raddoppiate) rimanda soprattutto al Very Very Circus e a certi suoi moti intestini, non di rado attraversati da una serpeggiante danzabilità, laddove il doppio arco (in particolare la presenza del violoncello, a suo tempo nelle mani di Diedre Murray) ci restituisce preziosità e costruzioni più tipiche delle varie edizioni del Sextet(t).

La partenza ("A Day Off") è subito squisitamente à la Threadgill (qui all'alto), con quell'incedere fra lo spigoloso e il caracollante che rende immediatamente riconoscibile la sua musica. Ancor più giocato su una ritmicità palpabile è il successivo "Tomorrow Sunny," col leader al flauto (molto equa, in quest'album, la ripartizione strumentale). Archi, tuba e alto, con semplici, aeree spolverate di chitarra e batteria, occupano il cuore dell'astratto "So Pleased, No Clue," mentre ancora l'inesausto quanto prezioso dialogare degli archi (per lo più uno pizzicato e uno no) segna l'avvio di "See the Blackbird Now," nuovamente magro, come appoggiato su una nuvola, col successivo ingresso del flauto basso a dotare di una grave, quasi solenne evocatività il seguito, dove si segnala anche uno dei rari exploit del trombone (pur puntualmente sordinato, a sua volta grave e pastoso), a cedere appena dopo il testimone ai riff generosamente mossi di "Ambient Pressure Thereby," in cui archi e tuba stantuffano ancora lungo binari squisitamente threadgilliani, con tempi e controtempi a intersecarsi senza posa. Magistrale, in particolare, l'apporto del violoncello di Hoffman. La pelle più asciutta, quasi severa, del sestetto trova ulteriore spolvero nel conclusivo "Put On Keep/Frontispiece, Spp," di elegantissimo aplomb cameristico-contrappuntistico.

Cosa aggiungere, ancora? Che dischi del genere fanno un gran bene al presente (più che al futuro: a quello penseremo da domani) del jazz. Che, in buona sostanza, se il termine "capolavoro" è ancora applicabile, questo è il caso per rispolverarlo. Cosa che ovviamente non può che farci un gran piacere.

Track Listing

A Day Off; Tomorrow Sunny; So Pleased, No Clue; See the Blackbird Now; Ambient Pressure Thereby; Put On Keep/Frontispiece, Spp.

Personnel

Jose Davila: tombone, tuba; Liberty Ellman: guitar; Christopher Hoffman: cello; Elliot Humberto Kavee: drums; Stomu Takeishi; bass; Henry Threadgill: flute, bass flute, alto saxophone.

Album information

Title: Tomorrow Sunny / The Revelry, Spp | Year Released: 2012 | Record Label: Pi Recordings

Post a comment about this album

Tags

Shop Amazon

More

Popular

All About Jazz needs your support

Donate
All About Jazz & Jazz Near You were built to promote jazz music: both recorded albums and live events. We rely primarily on venues, festivals and musicians to promote their events through our platform. With club closures, limited reopenings and an uncertain future, we've pivoted our platform to collect, promote and broadcast livestream concerts to support our jazz musician friends. This is a significant but neccesary step that will help musicians and venues now, and in the future. You can help offset the cost of this essential undertaking by making a donation today. In return, we'll deliver an ad-free experience (which includes hiding the sticky footer ad). Thank you!

Get more of a good thing

Our weekly newsletter highlights our top stories and includes your local jazz events calendar.