All About Jazz

Home » Articoli » CD/LP/Track Review

Dear All About Jazz Readers,

If you're familiar with All About Jazz, you know that we've dedicated over two decades to supporting jazz as an art form, and more importantly, the creative musicians who make it. Our enduring commitment has made All About Jazz one of the most culturally important websites of its kind in the world reaching hundreds of thousands of readers every month. However, to expand our offerings and develop new means to foster jazz discovery we need your help.

You can become a sustaining member for a modest $20 and in return, we'll immediately hide those pesky Google ads PLUS deliver exclusive content and provide access to future articles for a full year! This combination will not only improve your AAJ experience, it will allow us to continue to rigorously build on the great work we first started in 1995. Read on to view our project ideas...

0

Dan Weiss Trio: Timshel

AAJ Italy Staff By

Sign in to view read count
Non saprei dire quanti piano-trio nella storia del jazz siano a nome del batterista ed eseguano esclusivamente (o principalmente) sue composizioni, ma suppongo si possano contare sulle dita di una mano. E' quindi con grande interesse e curiosità che ho inserito nel lettore Timshel del Dan Weiss Trio.

Dan Weiss si è fatto conoscere, anche in Italia, con i gruppi dei chitarristi Rez Abbasi e Joel Harrison e dei sassofonisti David Binney e Rudresh Mahanthappa ed è un riconosciuto specialista delle tabla, strumento il cui studio ha approfondito nelle sue trasferte in India.

Ma a Weiss non bastano le pur prestigiose collaborazioni e così decide di formare un ensemble con il quale esprimere compiutamente la propria filosofia compositiva. Licenzia nel 2006 Now Yes When album di debutto da leader che suscita più di un interesse tra pubblico e critica. Ad accompagnarlo il pianista Jacob Sacks e il contrabbassista Thomas Morgan, musicisti che ritroviamo in questo Timshel, opera seconda di grande livello costruita su dodici brani ma pensata in forma di suite.

In Timshel vi è un affascinate incontro tra i codici linguistici della musica occidentale - "Fredric," ad esempio, cattura gli elementi malinconici presenti nella scrittura di Chopin - e quelli della musica indiana - più di un brano si basa sulle figure tipiche previste per le tabla. Il risultato è davvero sorprendente, la musica acquista una dimensione spirituale senza cadere nell'ascetismo sonoro, anzi rivelando pulsioni assai terrene.

Merito del tessuto percussivo di Weiss, elastico, morbido, con un sostegno che sa essere melodico e ritmico all'occorrenza e della capacità, come pochi, di far brillare di luce propria ogni singolo elemento del proprio set percussivo trasformandolo in cangiante voce strumentale. E, soprattutto, merito della sua scrittura, insolita, ricca di spunti affascinanti per l'incrociarsi mai superficiale delle diverse influenze linguistiche.

Sacks e Morgan interagiscono come meglio non si potrebbe con le idee musicali del leader. Il primo attraverso una sobrietà esecutiva che si muove tra figure mantriche, brevi accordi illuminanti, dolcissimi tocchi. Il secondo spostando continuamente il punto focale dell'esecuzione, introducendo minimi sfasamenti di tonalità che favoriscono nuove direzioni allo sviluppo dell'improvvisazione.

In un album che non ha punti deboli ci piace segnalare "Always Be Closing" brano costruito su un dialogo tra Al Pacino e Jack Lemmon tratto dal film "Glengarry Glenross" nel quale ritmo, cadenze, pausa e musicalità delle parole si combinano splendidamente con gli strumenti dando vita ad una sorta di esperanto musicale.

Sorprendente.


Track Listing: 01. Prelude; 02. Stephanie; 03. Always Be Closing; 04. Frederic; 05. Teental Song; 06. Chakradar; 07. Interlude; 08. Florentino and Fermina; 09. What Do You Want To Be When You Grow Up ?: 10. Timshel; 11. Dream; 12. Postlude. Tutte le composizioni sono di Dan Weiss.

Personnel: Dan Weiss (batteria); Jacob Sacks (piano); Thomas Morgan (basso).

Title: Timshel | Year Released: 2011 | Record Label: Sunnyside Records

Tags

comments powered by Disqus

CD/LP/Track Review
Read more articles
Starebaby

Starebaby

Pi Recordings
2018

buy
Sixteen: Drummers Suite

Sixteen: Drummers...

Pi Recordings
2016

buy
Fourteen

Fourteen

Pi Recordings
2014

buy
 

Timshel

Sunnyside Records
2011

buy
Jhaptal Drumset Solo

Jhaptal Drumset Solo

Chhandayan Production
2011

buy
Timshel

Timshel

Sunnyside Records
2010

buy

Related Articles

Read Faroe CD/LP/Track Review
Faroe
by Dan Bilawsky
Published: August 15, 2018
Read The Darkness Of A Fairy Tale CD/LP/Track Review
The Darkness Of A Fairy Tale
by Gareth Thompson
Published: August 15, 2018
Read Stained Glass & Technicolor Grooves CD/LP/Track Review
Stained Glass & Technicolor Grooves
by Chris Mosey
Published: August 15, 2018
Read A Journey CD/LP/Track Review
A Journey
by Mark Corroto
Published: August 15, 2018
Read Decay Of The Angel CD/LP/Track Review
Decay Of The Angel
by Mark Corroto
Published: August 14, 2018
Read Encontros - Orquestra Atlantica CD/LP/Track Review
Encontros - Orquestra Atlantica
by Chris Mosey
Published: August 14, 2018
Read "Root Structure" CD/LP/Track Review Root Structure
by Dan Bilawsky
Published: October 31, 2017
Read "Music IS" CD/LP/Track Review Music IS
by Ian Patterson
Published: June 29, 2018
Read "Man No Longer Me" CD/LP/Track Review Man No Longer Me
by Chris Mosey
Published: November 27, 2017
Read "Nu-Jive Perspective" CD/LP/Track Review Nu-Jive Perspective
by Mike Jurkovic
Published: August 7, 2018
Read "Basic Economy" CD/LP/Track Review Basic Economy
by Paul Rauch
Published: August 4, 2018
Read "La Saboteuse" CD/LP/Track Review La Saboteuse
by Chris May
Published: February 20, 2018