All About Jazz

Home » Articoli » Album Reviews

0

Open Orchestra featuring John Tchicai: The Spiritual Man

AAJ Italy Staff By

Sign in to view read count
Le note di copertina non lo chiariscono, ma probabilmente è tutto merito di Pierpaolo Faggiano, direttore artistico del Ceglie Jazz Open Festival, se un maestro come il danese John Tchicai, purtroppo ben poco presente nel nostro Paese, è stato chiamato ad impreziosire una larga formazione di notevoli improvvisatori provenienti dall'Italia del Nord e del Sud. Dobbiamo poi a Terre Sommerse, col sostegno di Radio 3, del Comune di Ceglie Messapica, della SIDMA e anche di All About Jazz Italia, se quel concerto del 25 luglio 2008 rivive oggi su disco.

I cinque lunghi brani, di autori diversi, presentano impianti strutturali sempre diversi e fortemente caratterizzati. In "Way to Nowhere" l'implacabile pulsazione ritmica e il pedale-riff scandito dal contrabbasso sostengono i collettivi sfrangiati che incastonano gli spazi solistici: particolarmente notevole quello dell'infervorato soprano di Stefano Maltese, che è anche l'autore del brano.

L'andamento di "Bernoulli Strata," scritto da Gianni Lenoci, è più informale e corrusco: nel collettivo vorticoso della prima parte emerge soprattutto il piano dell'autore, mentre nella seconda parte l'eloquio esitante e meditabondo del tenore di Tchicai si sovrappone su un sottofondo elettronico, inquietante e cosmico, tramato dallo stesso Lenoci.

"The Spiritual Man," di Tchicai, è una sorta di ancestrale rito tribale, basato su un vociante call & response sia vocale che strumentale.

Più tradizionale è l'impianto jazzistico di "Ceglie Open City," a firma di Pasquale Innarella: il tempo regolare binario e il costante walkin' bass di Borghini avviano una sfilata di brevi, saporosi assoli.

I primi sette minuti di "Last Call," ancora del sassofonista danese, presentano un'esile e minimale sequenza di fiati, prima che prenda timidamente corpo un organico più articolato, che sfocia nel finale tema-riff deciso e ripetuto.

In definitiva si tratta dell'importante testimonianza di una formazione probabilmente occasionale, ma motivata, la cui concretezza espressiva nasce dalla solida esperienza degli stessi membri e dalla sintonia che li lega. La musica da loro creata è energica, variata, insolita, con picchi di grande tensione.

Track Listing: 1. Way to Nowhere - 15:48; 2. Bernoulli Strata - 16:45; 3. The Spiritual Man - 09:27; 4. Ceglie Open City - 10:41; 5. Last Call - 15:30.

Personnel: John Tchicai (tenore, flauto di legno, voce); Stefano Maltese (alto, soprano, flauto indiano, fischietti, voce); Pasquale Innarella (tenore, voce); Mario Fragiacomo (tromba, flicorno, voce); Angelo Olivieri (tromba, tromba tascabile, voce); Luca Bonvini (trombone, tromba a coulisse, voce); Tony Cattano (trombone); Gianni Lenoci (piano, elettronica, voce); Antonio Borghini (contrabbasso, voce); Marcello Magliocchi (batteria, percussioni, voce).

Title: The Spiritual Man | Year Released: 2010 | Record Label: Laborie Records

About John Tchicai
Articles | Calendar | Discography | Photos | More...

Tags

Shop for Music

Start your music shopping from All About Jazz and you'll support us in the process. Learn how.

Related

Read Tenging
Tenging
By Friedrich Kunzmann
Read The Best Part
The Best Part
By C. Michael Bailey
Read Nothing But Time
Nothing But Time
By Karl Ackermann
Read Philosophy
Philosophy
By Mark Corroto