All About Jazz

Home » Articoli » Album Review

0

Hatfield and the North: The Rotters’ Club

AAJ Italy Staff By

Sign in to view read count
Hatfield and the North: The Rotters’ Club
Se il primo album del gruppo 'Hatfield and the North' (per leggerne la recensione clicca qui) pagava il suo doveroso omaggio a Robert Wyatt e ai suoi Matching Mole, con questo secondo e ultimo lavoro, intitolato ironicamente The Rotters' Club, Pip Pyle e compagni raggiungono una rotondità decisamente più accentuata che è certamente un segno di maturità che purtroppo il gruppo non porterà avanti, almeno in questa configurazione.

Anche qui l'album è suddiviso in molti capitoletti che però nascondono un approccio unitario che fa pensare ad una lunga suite suddivisa in vari movimenti. La cosa è esplicita nel lunghissimo "Mumps" che chiudeva la seconda facciata dell'album nella originaria configurazione su vinile. Ma anche gli altri brani sono caratterizzati da scenari che si legano bene fra di loro e che marciano in assoluta continuità.

In questo album spuntano in maniera più netta le influenze di Frank Zappa e anche alcuni curiosi echi dei King Crimson dei primi tre album. Il flauto e i sax di Jimmy Hastings (già collaboratore dei Soft Machine) si amalgamano molto bene con le trame arabescate del chitarrista Phil Miller e del tastierista Dave Stewart, sempre perfettamente spalleggiati e sostenuti dal basso di Richard Sinclair e dalla batteria incalzante e funambolica di Pip Pyle.

Fra gli ospiti sono presenti anche Tim Hodgkinson e Lindsay Cooper che aggiungono clarinetto, oboe e fagotto nelle raffinate scorribande notturne di 'Hatfield and the North,' mentre Phil Miller sembra voglioso di occupare uno spazio importante anche nel proscenio e lascia tracce ben precise della sua ottima arte chitarristica.

Dave Stewart prende assoli infuocati all'organo e al minisynth che riescono a rivaleggiare con quelli inarrivabili di Mike Ratledge, il vero punto di riferimento mai eguagliato nelle pratiche esoteriche che si sono svolte in quel di Canterbury fra la fine degli anni sessanta e la seconda metà del decennio successivo.

In occasione di questa ristampa (che presenta tutti i brani in versione rimasterizzata), ai titoli presenti nell'album originale vengono aggiunti tre brani tratti da esibizioni live della band. Sono ulteriori conferme che aggiungono altri sapori e altre escursioni raffinate verso la terra della fantasia.

Track Listing

01. Share It; 02. Lounging There Trying; 03. (Big) John Wayne Socks Psychology In The Jaw; 04. Chaos at the Greasy Spoon; 05. The Yes / No Interlude; 06. Fitter Stoke Has a Bath; 07. Didn't Matter Anyway; 08. Underdub; 09. Mumps: Your Majesty Is Like a Cream Donut (quiet), Lumps, Prenut, Your Majesty Is Like a Cream Donut (loud); 10. Halfway Between Heaven and Earth; 11. Oh! Len's Nature; 12. Lything and Gracing.

Personnel

Dave Stewart (tastiere); Phil Miller (chitarre); Richard Sinclair (basso, voce); Pip Pyle (batteria e percussioni); Amanda Parsons, Barbara Gaskin, Ann Rosenthal (voce); Jimmy Hastings (flauto, sax); Mont Campbell (corno francese); Lindsay Cooper (oboe, fagotto); Tim Hodgkinson (clarinetto).

Album information

Title: The Rotters’ Club | Year Released: 2009

Post a comment about this album

Tags

Shop Amazon

More

Read How Can We Wake?
How Can We Wake?
Josephine Davies
Read Blue Has A Range
Blue Has A Range
Steve Cardenas
Read Then Now
Then Now
Rob Brown - Matthew Shipp
Read Human Dust Suite
Human Dust Suite
Miki Yamanaka
Read You're It!
You're It!
The Mike Melito/Dino Losito Quartet
Read TEST and Roy Campbell
TEST and Roy Campbell
TEST and Roy Campbell
Read 4K
4K
Modasaurus

All About Jazz needs your support

Donate
All About Jazz & Jazz Near You were built to promote jazz music: both recorded and live events. We rely primarily on venues, festivals and musicians to promote their events through our platform. With club closures, shelter in place and an uncertain future, we've pivoted our platform to collect, promote and broadcast livestream concerts to support our jazz musician friends. This is a significant but neccesary effort that will help musicians now, and in the future. You can help offset the cost of this essential undertaking by making a donation today. In return, we'll deliver an ad-free experience (which includes hiding the bottom right video ad). Thank you.

Get more of a good thing

Our weekly newsletter highlights our top stories and includes your local jazz events calendar.