All About Jazz

Home » Articoli » Album Reviews

0

Kubin: The Other Side

Claudio Bonomi By

Sign in to view read count
Francesco Zago, chitarrista elettrico, compositore e improvvisatore noto per aver dato vita all'ensemble Yugen e per le numerose collaborazioni in ambito avant prog e sperimentale con Stormy Six, Picchio Dal Pozzo, Elaine Di Falco, Markus Stauss, Andrea Bolzoni, Renato Rivolta e altri, ritorna con uno dei suoi progetti più amati e originali, Kubin. Si tratta di un duo formato nel 2016 insieme alla pianista Elena Talarico, eclettica pianista di estrazione classica, con l'idea di riportare alla luce e valorizzare in chiave elettroacustica e cameristica compositori del Novecento e contemporanei come Ginastera, Pärt, Tüür, Balkanski, King Crimson, Ligeti, Bartók, Tuxedomoon.

Dopo diversi concerti, The Other Side è il primo documento sonoro ufficiale di questo inedita coppia musicale e si tratta di un lavoro davvero brillante da meravigliare le orecchie dell'ascoltatore "per una tale ricchezza di colori," come scrive Antonio Toffolo nelle note di copertina, che pochi s'aspetterebbero da un fronte sonoro composto da chitarra elettrica, elettronica e piano. Sono sette i brani "indagati" dal duo, tutti composti negli anni che vanno dal 1991 al 2017: "Kubin" di Giorgio Colombo Taccani, "Pilar" di Girolamo De Simone, "Kubicromie" di Alessio Manega, "Meditazioni sulla Dharmachakra I e II" dell'americano Bill Whitley, "Swells" di David Langella e "Architectonics V" di Erkki-Sven Tüür.

E ognuno è capace di disvelare le tante anime soniche del duo che si aggira con grazia e determinazione tra situazioni al limite del noise rock per approdare su lidi più placidi e lirici, ma non per questo meno suggestivi sul piano esecutivo. Nel primo caso si contano, ad esempio, "Kubin" di Taccani, la cui forza "devastatrice" ricorda le tracce degli Yugen più sperimentali, o "Kubicromie" di Manega, manifesto quasi "heavy metal" con in primo piano la chitarra "effettata" di Zago. Nel secondo, brillano "Pilar" di De Simone, un viaggio affascinante in sonorità quasi rarefatte di sapore antico non distanti da certe atmosfere care ai King Crimson più accessibili, e le due "Meditazioni sulla Dharmachakra" di Whitley, dalle trame circolari vicine all'estetica minimalista di compositori come Terry Riley e Steve Reich. Per la cronaca, Zago ha recentemente prodotto uno degli ultimi lavori di Whitley, il pregevole Then Elephant Speaks, uscito quest'anno per la Ravello Records.

The Other Side è un album tanto avventuroso quanto poetico che non delude dalla prima e ultima nota ed è la prova che, volendo, di può andare oltre al "già ascoltato," facendosi trasportare in un mondo di "altre musiche" degne di essere scoperte.

Track Listing: Kubin; Pilar; Kubicromie; Meditazioni sulla Dhamachakra (I e II); Swells; Architectonics V.

Personnel: Francesco Zago: chitarra elettrica, elettronica; Elena Talarico: piano.

Title: The Other Side | Year Released: 2019 | Record Label: Da Vinci Classics

Tags

Watch

Shop for Music

Start your music shopping from All About Jazz and you'll support us in the process. Learn how.

Related Articles

Read Blencathra
Blencathra
By Jack Bowers
Read So Many Stars
So Many Stars
By C. Michael Bailey
Read Knots
Knots
By Glenn Astarita
Read Peaceful
Peaceful
By Mark Sullivan
Read Live in Nuremberg
Live in Nuremberg
By Hrayr Attarian
Read Diversity
Diversity
By Ian Patterson
Read Waves
Waves
By Don Phipps