All About Jazz

Home » Articoli » Album Review

Dan Blake: The Digging

Neri Pollastri By

Sign in to view read count
Album interessante per trasversalità stilistica e uno spirito di ricerca che emerge fin dal titolo, questo The Digging è opera del sassofonista Dan Blake, accompagnato in trio senza pianoforte dal contrabbassista Dmitry Ishenko, con il quale ha una lunga collaborazione, e dall'ottima batterista Eric Harland.

Blake è autore di tutte le composizioni e vi si trova impegnato perlopiù al sax soprano, con il quale saggia situazioni musicali anche abbastanza diverse tra loro, mostrando una notevole capacità di mutare identità, perfino sotto il profilo timbrico. Per fare un esempio, la prima e la quarta traccia sono entrambe esplorazioni di strutture geometriche, con riff reiterati poggianti sulla trama fitta intessuta dalla ritmica, ma la prima rimanda all'universo -e anche al suono -di Bruce Ackley (al cui disco The Hearing del 1998 il lavoro di Blake sembra implicitamente riallacciarsi già dal titolo), l'altra a quello di Steve Lacy, che di Blake fu maestro (e qui il rimando nel titolo del brano, Back to Lackritz, è esplicito).

In tutti i brani Blake fa ampio uso di armonici ed effetti espressivi, ma sempre con molto equilibrio, ovvero al fine di ampliare le possibilità cromatiche entro un discorso narrativo, magari non lineare ma sempre ben percepibile.

Non solo: per arricchire questo tipo di ricerca due delle tracce vedono la formazione allargarsi con l'ingresso di ben quattro fiati, tutti abbastanza insoliti, che tuttavia svolgono una funzione cromatica di supporto a quella ritmico-cromatica di Ishenko e Harland. Il risultato è una colorazione complesssa che rimanda alle costruzioni cui ci ha abituato Roscoe Mitchell, che si ascolta più compiutamente in "Without Walls" (con Blake al tenore), ma che già in "The Incomparable Field" (ove il leader è invece al soprano) permette di apprezzare la differenza del suono complessivo quando, dopo circa un minuto e mezzo, il trio viene di colpo affiancato dai fiati.

Un disco non facile da etichettare -e questo, si sa, è sempre una cosa positiva -che mescola in modo coerente e personale varie influenze e le usa per una ricerca mai banale, lontana da ogni asserragliamento su presunte "avanguardie," come dimostra la conclusiva The Lonely Liar, coerente nell'impianto ma nella quale Blake, al tenore, suona su stilemi quasi mainstream.

Track Listing

The Bite; The Incomparable Field; The Louvre; Back to Lackritz; When I Saw You Dance; Without Walls; The Lonely Liar.

Personnel

Dan Blake: sax (soprano, tenore); Dmitry Ishenko: contrabbasso; Eric Harland: batteria; Brian Landrus: flauto (alto), sax (contrabbasso); Josh Sinton: clarinetto (basso), sax (baritono); Sam Sadigursky: clarinetti; Mariano Gil: flauto (basso).

Album information

Title: The Digging | Year Released: 2017 | Record Label: Sunnyside Records

Post a comment about this album

Tags

More

Blessings and Blues
Neil Gonsalves Trio
Socially Distanced Duos
Jeff Pearring/Pearring Sound
Reels
Matthew Shipp / Whit Dickey
Dreamsing
Rachel Musson
Invisible Words
Falkner Evans
Soundscapes
Bob Mintzer & WDR Big Band Cologne
Another Land
Dave Holland

Popular

All About Jazz needs your support

Donate
All About Jazz & Jazz Near You were built to promote jazz music: both recorded albums and live events. We rely primarily on venues, festivals and musicians to promote their events through our platform. With club closures, limited reopenings and an uncertain future, we've pivoted our platform to collect, promote and broadcast livestream concerts to support our jazz musician friends. This is a significant but neccesary step that will help musicians and venues now, and in the future. You can help offset the cost of this essential undertaking by making a donation today. In return, we'll deliver an ad-free experience (which includes hiding the sticky footer ad). Thank you!

Get more of a good thing

Our weekly newsletter highlights our top stories and includes your local jazz events calendar.