All About Jazz

Home » Articoli » Album Reviews

3

Alan Pasqua: The Antisocial Club

AAJ Italy Staff By

Sign in to view read count
Negli ultimi quarant’anni i nipotini del Miles Davis elettrico, l’istrionico manipolatore di suoni e di grooves tanto osteggiato all’epoca quanto rivalutato col trascorrere del tempo, si sono succeduti con velocità impressionante e con altrettanta velocità hanno vissuto la gloria di una notte.

The Antisocial Club di Alan Pasqua sembra avere tutte le carte in regola per staccarsi decisamente dalla media e risultare in assoluto una delle cose migliori nel genere citato. La storia musicale di Pasqua e il suo eclettismo professionale (Santana, Bob Dylan, George Russel, Jaki Byard, Tony Williams, uno che di Davis ne sapeva qualcosa) sono una sorta di garanzia non scritta e l’abilità di aver convocato musicisti perfettamente funzionali al progetto, pone ulteriori solide basi per la riuscita del disco.

La carta vincente di The Antisocial Club risulta proprio l’abilità di Pasqua di tirare fuori il meglio dai musicisti a disposizione, alimentando una sorta di trance esecutivo apparentemente casuale, in realtà perfettamente controllato. Così che le sette tracce del disco, assai diverse tra loro per atmosfera, groove, architettura, sembrano uscire da un’unica, ininterrotta improvvisazione.

Di The Antisocial Club colpisce l’onda d’urto sonora, sia essa violentemente elettrica, a tratti quasi metal, sia essa morbida, avvolgente, languida. Le grandi preziosità solistiche presenti (la chitarra di Nels Cline è spesso devastante, la tromba di Ambrose Akinmusire è una delizia per controllo dinamico e brillantezza timbrica, le tastiere di Pasqua assumono una gamma di coloriture infinita) lungi dall’essere mere esibizioni di bravura, si fondono perfettamente con gli altri elementi sonori che mai si comportano da semplice sottofondo ma da veri e propri reagenti chimici che incendiano continuamente la musica.

Certo qua e là troviamo l’ingannevole dolcezza di In a Silent Way, l’energia selvaggia di Bitches Brew, i ritmi implacabili di On the Corner, ma in The Antisocial Club non c’è scimmiottatura, né emulazione, solo un grande amore per una irrepetibile e germinale stagione di cambiamenti.

Track Listing

The Anti Social Club; George Russell; Prayer; New Rhodes; Fast Food; Wicked Good; Message to Beloved Souls Departed.

Personnel

Alan Pasqua: keyboards, piano; Ambrose Akinmusire: trumpet; Jeff Ellwood: saxophones; Nels Cline: guitars; Jimmy Haslip: bass; Scott Amendola: drums; Alex Acu

Additional information

Title: The Antisocial Club | Year Released: 2007 | Record Label: Cryptogramophone

Tags

Shop for Music

Start your music shopping from All About Jazz and you'll support us in the process. Learn how.

Related Articles