All About Jazz

Home » Articoli » Album Reviews

0

Trish Clowes: Tangent

AAJ Italy Staff By

Sign in to view read count
L'idea è di quelle giuste (anche se un poco pretenziosa trattandosi di un lavoro d'esordio): un sestetto, molto attento a cercare una propria strada bilanciando strutture tradizionali con altre tipiche dell'improvvisazione, osa maggiormente e alza il tiro cercando tangenziali di collegamento sonoro con un'orchestra di classiche peculiarità mainstream moderne.

Lei, ventisei anni, esce dritta dritta da una buona scuola musicale (fra l'altro nelle note di copertina troviamo un ringraziamento quale mentore a Iain Ballamy) ma proprio la sua educazione ancora troppo "college" non le permette forse la libertà totale che collegherebbe a questo lavoro valenze certamente più interessanti.

Il suono è sorprendentemente "straight," avvicinabile a quello—giustamente citato dal recensore del Guardian londinese nel press kit messo a disposizione dalla casa discografica - dello Stan Getz degli esordi ma, in fondo, confinato entro stilemi certamente retrò, senza cioè quegli sprazzi di reale modernismo che darebbero sia al suono sia al lavoro prospettive di luce propria.

Tangent è il nome della formazione ma anche, giustamente, il nome del progetto nato con la collaborazione del brillante tocco di Jules Buckley, già noto per la direzione corretta e attenta dell'Heritage Orchestra.

A chiudere la festa sono stati chiamati anche alcuni talentuosi nomi del british jazz e della musica di ricerca contemporanea tra i quali Gwilym Simcock, pianista—di questi tempi - fra i più attivi e coerenti in terra d'Albione.

Il risultato, certamente lodevole per la progettualità, non convince sino in fondo tranne che in alcune occasioni come ad esempio in "The Master and Margarita" ricco di un'affusolata ed efficace architettura d'insieme nella quale s'incastonano alcuni pregevoli momenti solistici. Talento indiscusso ma con grandi margini di maturazione.

Track Listing: Prelude to a Sketch; Search; Chalk; Sketch; Dreamer; Duet; Blues For Frisell; The Master and Margarita; Coloured Eye.

Personnel: Trish Clowes: tenor saxophone; Huw White: piano; Chris Montague: guitar; Heidi Parsons: cello; Calum Gourlay: double bass; James Maddren: drums; Jules Buckley: orchestra director; Ciaran McCabe: violin; Galina Tanney: violin; Alex Afia: violin; Sam Aylward: violin; Beatrice Philips: violin; Siun Milne: violin; Mark Pedus: violin; Roisin Walters: violin; Rosie Tompsett: violin; Katie Sharp: violin; Martin Lissola: violin; Songae Kim: violin; Felix Tanner: viola; Triona Milne: viola; Nichola Blakey: viola; Brooke Day: viola; Louise McMonagle: cello; Anna Beryl: cello; Anna Morrison: cello; Chris Kelly: bass; George Crowley: clarinet; James Allsopp: bass clarinet; Gareth Lockrane: alto flute; Catriona MacKinnon: oboe; Simon Alexander: bassoon; Freddie Gavita: trumpet; Robbie Harvey: trombone; Jon Stokes: trombone; Lindsay Kempley: French horn; Kira Doherty: French horn; Pete Smith: tuba; Nick Smart: trumpet (6); Sarah Drake: flute (4); Claire Beard: flute (9); Gwilym Simcock: piano (1, 4); Kathleen Willison: vocals (9).

Title: Tangent | Year Released: 2011 | Record Label: Basho Records

About Trish Clowes
Articles | Calendar | Discography | Photos | More...

Tags

Shop for Music

Start your music shopping from All About Jazz and you'll support us in the process. Learn how.

Related

Read Tenging
Tenging
By Friedrich Kunzmann
Read The Best Part
The Best Part
By C. Michael Bailey
Read Nothing But Time
Nothing But Time
By Karl Ackermann
Read Philosophy
Philosophy
By Mark Corroto