All About Jazz

Home » Articoli » Album Reviews

3

Michele Polga: Studio Session

Luigi Sforza By

Sign in to view read count
Ad un ascolto superficiale, spesso capita di etichettare come già sentito un certo disco, che invece, ad un'approfondita analisi, già sentito non è.

Studio Session —quarta eccellente prova discografica da leader del sassofonista Michele Polga—è un progetto che non nasconde di discendere da molta produzione Blue Note anni '50 (e in minor misura Prestige). Tuttavia non lo si può considerare un epigono di quei progetti, e se pure in parte s'ispira a quelle fonti, è un lavoro niente affatto calligrafico; è anzi un CD pieno di molti elementi peculiari.

L'album non lesina spunti creativi, anzi, è fecondo di originalissimi e persuasivi momenti musicali. C'è intanto un gruppo affiatato—con una sezione ritmica solida, trainante, rilassata e dotata di vigoroso groove—c'è un superbo Fabrizio Bosso, ci sono sette corposi temi scritti dal leader, un blues e un noto standard ("On Green Dolphin Street"), ma soprattutto ci sono belle, efficaci e intense parti solistiche, che più di tutto contribuiscono a rendere apprezzabile il disco.

Degli interventi di Bosso non sono tanto i nitidissimi acuti, o la leggerezza con cui affronta il fraseggiare su tempi anche molto fast ("8Bars"), né gli stupefacenti effetti timbrici wa-wa in "Cool Blues" a dimostrare il valore del fuoriclasse, quanto gli appassionati vibrati, gli entusiasmanti glissandi e le espessive note molto alte su brani più meditativi (come "Fishing on the Carpet" e "Corner").

Nel suono caldo e insieme forte e incisivo di Polga si scopre un tenorista dalla tecnica impeccabile e ricca di pathos, che sa infondere spessore e ornamento alle improvvisazioni. Come il suo ispiratore, Joe Henderson, Polga possiede il dono della liricità, che emerge soprattutto in brani a tempo medio e lento, riuscendo ad arrucchire l'evidente filiazione dal modello hendersoniano con la costruzione di frasi armoniose e con carezzevoli passaggi melodici.

Per quanto sia stato registrato in studio, di sicuro questo album possiede la freschezza e il carattere di una bella performance live e dimostra quanto per un gruppo sia importante documentare su CD il proprio lavoro solo dopo una serie di concerti. Tale approccio contribuisce a fare di un combo un buon combo e rende la musica una bella esperienza umana, capace di trasmettere empaticamente a chi ascolta la stessa energia profusa nel disco dai musicisti.

Track Listing: Boh; Fishing on the Carpet; Gi; 8 Bars; Burning Field; Cream; Corner; On Green Dolphin Street; Cool Blues.

Personnel: Michele Polga: sassofono tenore; Fabrizio Bosso: tromba e flicorno; Luca Mannutza: pianoforte; Luca Bulgarelli: contrabbasso; Tommaso Cappellato: batteria.

Title: Studio Session | Year Released: 2014 | Record Label: Abeat Records

Tags

Watch

comments powered by Disqus

Shop for Music

Start your music shopping from All About Jazz and you'll support us in the process. Learn how.

Album Reviews
Read more articles
Little Magic

Little Magic

Caligola Records
2016

buy
Studio Session

Studio Session

Abeat Records
2014

buy
 

Nesso G

Universal Music France
2010

buy
 

Forever and a Day

Caligola Records
2010

buy
 

Clouds Over Me

Caligola Records
2009

buy

Related Articles

Read Hidden Corners Album Reviews
Hidden Corners
By Dan McClenaghan
June 18, 2019
Read Special Album Reviews
Special
By Jakob Baekgaard
June 18, 2019
Read Land Of Real Men Album Reviews
Land Of Real Men
By Friedrich Kunzmann
June 18, 2019
Read The Long Game Album Reviews
The Long Game
By Roger Farbey
June 18, 2019
Read LP1 Album Reviews
LP1
By Dan Bilawsky
June 17, 2019
Read The Garden Of Earthly Delights Album Reviews
The Garden Of Earthly Delights
By Friedrich Kunzmann
June 17, 2019
Read Groove Machine Album Reviews
Groove Machine
By Don Phipps
June 17, 2019