All About Jazz

Home » Articoli » Album Reviews

0

Sonny Simmons: Staying on the Watch

AAJ Italy Staff By

Sign in to view read count
Questa ristampa di uno dei due LP incisi dal contraltista della Louisiana per la mitica ESP ci ripropone un free jazz d'annata, che dopo 44 anni non risulta per nulla invecchiato, capace tuttora di comunicare convinzione, urgenza espressiva, idee in quantità ed anche un buon livello tecnico.

Staying on the Watch non è certo celebrato come un disco d'importanza storica, eppure riascoltato oggi fornisce l'ennesima conferma di quanto fosse elevato il livello medio del jazz degli anni Cinquanta e Sessanta.

Le composizioni, tutte del leader, sono semplici, lapidarie, spesso con temi-riff ben caratterizzati, in grado di innescare improvvisazioni mordenti e atmosfere diversificate. A parte "City of David" che è un lento, misticheggiante duo fra Simmons e il contrabbasso archettato di Smith, gli altri tre brani sono veloci, scattanti, in cui i passaggi di improvvisazione collettiva si alternano a spazi di esposizione solistica.

La pronuncia del contralto di Simmons, asprigna, incalzante, visionaria, ricalcava poco le orme di Coleman e soprattutto di Dolphy (anche se l'influenza del primo emerge in "Interplanetary Travelers"); costituiva cioè, in quel periodo, una voce d'indubbia originalità e spessore, che purtroppo non si sarebbe replicata allo stesso livello al rientro del sassofonista sulla scena internazionale negli anni Novanta, dopo che tristi vicende personali lo avevano costretto ad eclissarsi per oltre un ventennio.

Barbara Donald, all'epoca moglie del sassofonista, emerge anch'essa come ottima strumentista, forse più aderente alla scuola hard bop, vicina allo spirito di Lee Morgan o Ted Carson. L'allora giovane John Hicks si dimostra già pianista rimarchevole, debitore verso McCoy Tyner: con la mano sinistra traccia accordi poderosi, mentre la diteggiatura sgranata della destra elabora un fraseggio molto veloce e fantasioso. Bravo anche il contrabbassista, scuro e propulsivo, che si destreggia con autorevolezza all'archetto. Non convince del tutto invece il batterista Marvin Pattillo, il meno noto dei quattro collaboratori di Simmons: il suo drumming, tumultuoso nell'accompagnamento, risulta asciutto ma un po' approssimativo e schematico negli assoli.

Track Listing: Metamorphosis; A Distant Voice; City of David; Interplanetary Travelers.

Personnel: Teddy Smith: bass; John Hicks: piano; Marvin Pattillo: percussion; Barbara Donald: trumpet; Sonny Simmons: alto saxophone.

Title: Staying on the Watch | Year Released: 2010 | Record Label: ESP Disk

Tags

comments powered by Disqus

Shop for Music

Start your music shopping from All About Jazz and you'll support us in the process. Learn how.

Album Reviews
Multiple Reviews
Album Reviews
Multiple Reviews
Album Reviews
From Far and Wide
Interviews
Album Reviews
Read more articles
Leaving Knowledge, Wisdom And Brilliance / Chasing The Bird?

Leaving Knowledge,...

Improvised Beings
2014

buy
Jazz-Maalika

Jazz-Maalika

SaptakJazz
2014

buy
 

Beyond The Planets

Milestone Records
2013

buy
 

Near The Oasis

Milestone Records
2011

buy
 

Symphony Of The...

Milestone Records
2011

buy

Related Articles

Read Time Gone Out Album Reviews
Time Gone Out
By Troy Dostert
July 24, 2019
Read First Nature Album Reviews
First Nature
By Mark Corroto
July 24, 2019
Read Leap of Faith Album Reviews
Leap of Faith
By Friedrich Kunzmann
July 24, 2019
Read Crepuscule In Nickelsdorf  Album Reviews
Crepuscule In Nickelsdorf 
By Glenn Astarita
July 24, 2019
Read Czech Wishes Album Reviews
Czech Wishes
By Troy Dostert
July 23, 2019
Read More Arriving Album Reviews
More Arriving
By Gareth Thompson
July 23, 2019
Read Wschod Album Reviews
Wschod
By Don Phipps
July 23, 2019