All About Jazz

Home » Articoli » Album Review

1

Mr. Zombie Orchestra: Someone Likes It Zombie!

Neri Pollastri By

Sign in to view read count
Mr. Zombie Orchestra: Someone Likes It Zombie!
Quartetto piuttosto classico nella formazione e tuttavia abbastanza atipico per il repertorio e la sua interpretazione, Mr. Zombie riunisce quattro giovani musicisti emiliani, tutti tecnicamente apprezzabili, che hanno l'esplicito intento di "trovare un punto di accordo tra antico e moderno, tra cultura statunitense e cultura europea, tra Jelly Roll Morton e Secondo Casadei."

Per tentare di raggiungere un così ardito obiettivo, i quattro scelgono un repertorio che passa davvero da Jelly Roll Morton ("New Orleans Bump") a Secondo Casadei ("Tramonto"), toccando il tango e la milonga, Duke Ellington e Sidney Bechet, Georges Bizet e Erik Satie. Stili diversi, riletti con fedeltà ma anche una certa inventiva e comunque passati attraverso uno stile senz'altro contemporaneo, che—fondendo le sonorità del piano con quelle della chitarra elettrica—richiama il rock e il progressive, ma conserva una cifra jazzistica.

I pregi del lavoro stanno in una certa freschezza e in una indubbia originalità nei cambiamenti di atmosfera, sia rispetto agli originali, sia nel corso di ciascun brano. Ciò permette a Mr. Zombie di presentare letture assai interessanti di brani come "Petit Fleur" di Bechet—che nella lirica incrocia le linee eletterificate della chitarra con quelle cadenzate sul tango del pianoforte -, la tradizionale "St. James Infirmary" -dilatatissima e giocata sul dialogo tra piano e rullante, con la chitarra che si aggiunge come ulteriore voce dolente, ma anche zeppa di stilemi diversi—"Ba-ba-baciami piccina," resa arcinota da Alberto Rabagliati—interpretata dalla chitarra con il piano a sparigliare le carte—e la "Habanera" di Bizet—condotta a turno da chitarra e piano, su una interpretazione intelligentissima.

Someone Likes It Zombie! è dunque un disco interessante e gustoso, specie se ascoltato con attenzione; ciononostante è lecito chiedere al gruppo di proseguire sulla stessa strada, ma in futuro con ancora più radicalità, aumentando per esempio le cesure dei cambi scenici e gli elementi improvvisati, così da acuire la cifra personale e rendere la musica più intensa e riconoscibile nella sua originalità fin dal primo ascolto.

Track Listing

Such Sweet Thunder; Petit Fleur; La cumparsita; New Orleans Bump; St. James Infirmary; Indiana; Les jeux noirs; Ba-ba-baciami piccina; Habanera da “Carmen”; Gnossienne n. 1; Tramonto; Milonga de mis amores.

Personnel

Alberto Bazzoli: pianoforte; Riccardo Morandini: chitarra; Gabriele Laghi: contrabbasso; Eugenioprimo Saragoni: batteria.

Album information

Title: Someone Likes It Zombie! | Year Released: 2014 | Record Label: Velut Luna

Post a comment about this album

Listen

Watch

Tags

View events near Bologna
Jazz Near Bologna
Events Guide | Venue Guide | Get App | More...

Shop Amazon

More

Jazz Mix 12
Kris T Reeder
Horizons Quartet
Horizons Quartet
3,5,8
Gui Duvignau
On Fire
Bévort 3
Lockdown
Joshua Jern Jazz Orchestra
Inhabitable Imagination
Adrián Moncada
Where the Streets Lead
Slowly Rolling Camera
Where the Streets Lead
Slowly Rolling Camera

Popular

All About Jazz needs your support

Donate
All About Jazz & Jazz Near You were built to promote jazz music: both recorded albums and live events. We rely primarily on venues, festivals and musicians to promote their events through our platform. With club closures, limited reopenings and an uncertain future, we've pivoted our platform to collect, promote and broadcast livestream concerts to support our jazz musician friends. This is a significant but neccesary step that will help musicians and venues now, and in the future. You can help offset the cost of this essential undertaking by making a donation today. In return, we'll deliver an ad-free experience (which includes hiding the sticky footer ad). Thank you!

Get more of a good thing

Our weekly newsletter highlights our top stories and includes your local jazz events calendar.