All About Jazz

Home » Articoli » Album Reviews

0

Universal Indians with Joe McPhee: Skullduggery

Enrico Bettinello By

Sign in to view read count
Un po' di collegamenti e incroci.
Il trio Universal Indians trae il proprio nome dal pezzo di Albert Ayler che chiudeva il disco Love Cry.
Ispirarsi a Ayler -o comunque a quel momento storico e espressivo in cui il sassofonista si trovò a agire, insieme a John Coltrane, Ornette Coleman e soci... -è già un'indicazione programmatica precisa.
Il riferimento poi alla convivenza di globale e particolare del nome è un ulteriore segnale di un'espressività in movimento.

Non potrebbe essere diversamente, dal momento che il sassofonista americano John Dikeman (ultimamente anche con William Parker) è un vero cosmopolita, attualmente di base in Olanda.
E che i suoi compagni di avventura, il bassista Jon Rune Strøm e il batterista Tollef Østvang sono, come si può intuire dai nomi, norvegesi.

Se poi aggiungiamo che "l'ospite d'onore" del trio, in questo concerto registrato a Anversa e ora diventato un ottimo disco, è un musicista cosmopolita e "ayleriano" come Joe McPhee, beh, tutto torna.

Ovviamente, e fortunatamente, dai tempi di Ayler di acqua ne è passata sotto i ponti e i quattro si muovono nel solco di una tradizione improvvisativa che è anche ormai saldamente europea e che dialoga in modo più o meno evidente con altre tensioni espressive della contemporaneità.
Ne esce un flusso a tratti astratto, ma più spesso alimentato da un'energia di grande bellezza, una forza del timbro e del gesto che, pur costretta a un'inerzia quasi inarrestabile, come una palla di metallo fuso che rotola veloce, non dimentica mai di gettare incendiari sguardi d'intesa ai propri compagni di viaggio.

Chi ama questi territori avventurosi e la magia evocativa degli incroci, non resterà deluso.

Track Listing: Yeah, and?; Dewey's do; Skullduggery; Wanted.

Personnel: Joe McPhee: alto saxophone, pocket trumpet; John Dikeman: tenor, baritone saxophone; Jon Rune Strøm: double bass; Tollef Østvang: drums.

Title: Skullduggery | Year Released: 2015 | Record Label: Clean Feed Records

Tags

Watch

comments powered by Disqus

Shop for Music

Start your music shopping from All About Jazz and you'll support us in the process. Learn how.

Album Reviews
Read more articles
Skullduggery

Skullduggery

Clean Feed Records
2015

buy
Nihil is Now

Nihil is Now

Stone Floor Records
2012

buy
 

Half Born Vol. 2

Stone Floor Records
2005

buy
 

Sloth Nest

Stone Floor Records
2000

buy
 

Heavy Rock...

Stone Floor Records
1999

buy
 

From The Rocket Room...

Stone Floor Records
1997

buy

Related Articles

Read Avec le temps Album Reviews
Avec le temps
By Mark Sullivan
April 23, 2019
Read Snaketime: The Music Of Moondog Album Reviews
Snaketime: The Music Of Moondog
By Mark Corroto
April 23, 2019
Read Requiem for a New York Slice Album Reviews
Requiem for a New York Slice
By Mark Corroto
April 23, 2019
Read Trion Album Reviews
Trion
By Dan McClenaghan
April 22, 2019
Read LE10 18-05 Album Reviews
LE10 18-05
By Jakob Baekgaard
April 22, 2019
Read After the Rain: A Night for Coltrane Album Reviews
After the Rain: A Night for Coltrane
By Jakob Baekgaard
April 21, 2019
Read Cadillac Turns Album Reviews
Cadillac Turns
By Troy Dostert
April 21, 2019