All About Jazz needs your help and we have a deal. Contribute $20 (or more) and we'll hide those six pesky Google ads that appear on every page for a full year! You'll also fund website expansion.


I want to help

2

The Ocular Concern: Sister Cities

Claudio Bonomi By
Published:
Sign in to view read count
The Ocular Concern: Sister Cities Gli Ocular Concern, band di Portland (Oregon), hanno iniziato a farsi ascoltare come trio dedicandosi a cover di brani di musica folk dell'Europa Orientale, di jazz contemporaneo e dei Kinks. Davvero, non male come repertorio e per chi volesse c'è ancora in circolazione il loro primo extended play, uscito nel 2011, che testimonia questa fase.

Dopo diverse esperienze artistiche che hanno visto come protagonisti tutti e tre i membri fondatori degli Ocular Concern, Dan Duval (chitarra elettrica), Andrew Oliver (piano elettrico) e Stephen Pancerev (batteria), nel 2013 la band si rimette insieme in forma di quintetto (nel frattempo si sono aggiunti il clarinettista Lee Elderton e il vibrafonista Nathan Beck) e grazie a un grant del Regional Arts and Culture Council di Portland conferito a Dan Duval si mettono subito al lavoro. Il risultato è la "Sister Cities Suite"—composizione in quattro movimenti—che costituisce il nucleo centrale di Sister Cities. Per l'occasione il quintetto è affiancato da una sezione d'archi e dal bravo Alex Krebs al bandoneon.

Se vi piace il Claudia Quintet o le formazioni orchestrali del loro leader, il compositore-batterista John Hollenbeck, questo disco fa per voi: siamo dalle parti di un jazz cameristico di ottima fattura che non disdegna le alchimie ardite che frullano archi, contemporanea e indie rock ("Ghost Town Council") o le riletture quasi didascaliche di musiche popolari come il tango argentino ("The Island Milonga").

Sister Cities piacerà anche ai zappiani e a chi ama confrontarsi con strutture eclettiche dai tempi irregolari. Il problema è che tutto suona perfetto, troppo perfetto. La musica è di una bellezza fredda, algida, distante. Solo nell'ultimo brano, la ballad "William S. Burroughs, Let's Go!," il flusso di note si ammorbidisce e diventa preda del suono ovattato del Fender Rhodes di Andrew Oliver che riverbera un groove che rimane nella testa dell'ascoltatore per molto tempo.


Track Listing: Oxygen Lake; Sister Cities Suite: Sister Cities, Portland in Reverse, Ghost Town City Council, The Island Milonga; The Ocular Concern; Lafayette; The Eclectic Piano; William S. Burroughs, Let's Go!

Personnel: Dan Duval: chitarra elettrica, toy piano; Andrew Oliver: piano elettrico, percussioni; Stephen Pancerev: batteria; Lee Elderton: clarinetto; Nathan Beck: vibrafono, mbira (4,8); Erin Furbee: violino (2-5), Brian Quincey: viola (2-5); Justin Kagan: violoncello (2-5); Alex Krebs: bandoneon (2-5).

Year Released: 2013 | Record Label: PJCE Records


Shop For Jazz

CD/LP/Track Review
Read more articles
Sister Cities
Sister Cities
PJCE Records
2014
buy

Post a comment

comments powered by Disqus

Join the staff. Writers Wanted!

Develop a column, write album reviews, cover live shows, or conduct interviews.