All About Jazz

Home » Articoli » CD/LP/Track Review

0

Madeleine Peyroux: Secular Hymns

Alberto Bazzurro By

Sign in to view read count
A vent'anni dalla sua opera prima, Dreamland, la quarantatreenne cantante nativa di Athens (Georgia americana) e parigina d'adozione sforna il settimo album interamente a suo nome, in cui convivono anime diverse (e non è una novità), nel rispetto del titolo anche proprio come spettro temporale. È così che l'iniziale "Got You on My Mind" ci rimanda ai primissimi anni Cinquanta, in un clima molto garbato, equilibrato tra le varie (timbricamente preziose) forze in campo, il che si conferma via via come una costante del disco, che opera subito dopo un generoso salto in avanti fino al Tom Waits del capolavoro Rain Dogs (1985), cui appartiene "Tango Till They're Sore," fra eleganza e suggestioni varie, elementi ribaditi subito dopo da "The Highway Kind," brano del 1971 dell'oggi pressoché dimenticato Townes Van Zandt, curiosamente scomparso poco più che quarantenne giusto vent'anni fa, il 1° gennaio 1997, compleanno (all'epoca erano 23) proprio di Madeleine Peyroux.

Tali felici vibrazioni regalateci dal trittico di brani iniziali non trovano conferma negli immediatamente successivi "Everything I Do Gonh Be Funky" e "If The Sea Was Whiskey," un po' leggerini, laddove "Hard Times Come Again No More," song addirittura di metà Ottocento (di Stephen Foster), riguadagna eleganza e felicità ispirativa, instaurando quella sorta di ping pong tra brani più esili (i dispari: "Hello Babe," risalente ai primissimi anni Quaranta, e "Shout Sister Shout," inciso nel 1931 dalle Boswell Sisters con l'orchestra dei fratelli Dorsey) e altri più rimarchevoli (i pari: "More Time" di Linton Kwesi Johnson, anno di grazia 1998, e "Trampin," un traditional arrangiato per l'occasione dalla stessa Peyroux, nonché già inciso, fra gli altri, da Patti Smith, che nel 2004 ci ha intitolato un intero album) che contrassegna di fatto la restante parte del disco (piuttosto breve: 33 minuti e spiccioli).

Track Listing: Got You on My Mind; Tango Till They’re Sore; The Highway Kind; Everything I Do Gonh Be Funky (From Now On); If The Sea Was Whiskey; Hard Times Come Again No More; Hello Babe; More Time; Shout Sister Shout; Trampin.

Personnel: Madeleine Peyroux: voce, chitarra acustica, guilele: Jon Herington: chitarra elettrica, voce; Barak Mori: contrabbasso, voce.

Title: Secular Hymns | Year Released: 2017 | Record Label: Impulse!

Tags

Related Video

comments powered by Disqus

Related Articles

Read Walk The Walk CD/LP/Track Review
Walk The Walk
by Mark Sullivan
Published: May 21, 2018
Read Vol II CD/LP/Track Review
Vol II
by Geno Thackara
Published: May 21, 2018
Read Months, Weeks and Days CD/LP/Track Review
Months, Weeks and Days
by Glenn Astarita
Published: May 21, 2018
Read Space Is The Place CD/LP/Track Review
Space Is The Place
by James Fleming
Published: May 21, 2018
Read Poetry in Motion CD/LP/Track Review
Poetry in Motion
by Liz Goodwin
Published: May 21, 2018
Read Murals CD/LP/Track Review
Murals
by Dan McClenaghan
Published: May 20, 2018
Read "Indaco" CD/LP/Track Review Indaco
by Nicholas F. Mondello
Published: April 9, 2018
Read "The Attic" CD/LP/Track Review The Attic
by John Sharpe
Published: July 24, 2017
Read "Bad Hombre" CD/LP/Track Review Bad Hombre
by Dan Bilawsky
Published: December 12, 2017
Read "The Arrangement" CD/LP/Track Review The Arrangement
by C. Michael Bailey
Published: June 11, 2017
Read "Don't You Wish" CD/LP/Track Review Don't You Wish
by Dr. Judith Schlesinger
Published: April 20, 2018
Read "Hope" CD/LP/Track Review Hope
by Karl Ackermann
Published: July 21, 2017