1

Scott Amendola, Wil Blades: Scott Amendola Vs Wil Blades: Greatest Hits

Angelo Leonardi By

Sign in to view read count
Scott Amendola, Wil Blades: Scott Amendola Vs Wil Blades: Greatest Hits Il titolo del disco è ironico perchè il duo Blades-Amendola, pur esistendo da un decennio, non ha mai sfondato presso il grande pubblico e questo è il suo primo disco. Eppure dopo l'ascolto dell'album potreste chiedervi il perchè.
Wil Blades è da anni indicato dai critici di Down Beat tra i migliori organisti emergenti (nell'ultimo Critics Poll è giunto terzo) ed il suo groove non ha niente da invidiare a quello di Jimmy Smith o Larry Young. Un altro virtuoso dello strumento, Dr. Lonnie Smith, l'ha indicato come "il futuro" dell'hammond B3.
Scott Amendola necessita di minori presentazioni, essendosi messo in luce con Bill Frisell, John Zorn, Wadada Leo Smith, Pat Martino e altri nomi di primo piano. È un batterista dalla tecnica prodigiosa e qui il suo drumming interattivo e policromo, s'integra alla perfezione con i fraseggi e l'enfasi timbrica di Blades che affianca l'organo al clavinet.

La loro musica è stata una presenza costante nei club della Bay Area degli ultimi anni e in questo disco (registrato live il 5 e 6 giugno 2015) hanno incluso gran parte del loro repertorio originale. I primi brani del disco offrono una chiara anticipazione del percorso musicale successivo. "Lima Bean" è caratterizzato dal contagioso boogaloo beat di Amendola che sostiene l'infuocato intervento dell'hammond. Il successivo "Slow Zig" evidenzia la capacità del duo di trovare percorsi più articolati e variopinti, sia per l'ingresso del clavinet che per le diffuse frammentazioni del tessuto ritmico e l'avvincente intervento percussivo finale.

Il merito di questo duo è quello di saper riproporre le torride atmosfere dell'era gloriosa dell'hammond in una logica personale, ricca di soluzioni timbriche e ritmiche nuove (si ascolti "Mae Mae") che s'aggiungono all'intenso e costante interplay tra Blades e Amendola. Grazie e loro la formula strumentale hammond trio senza chitarra, non ha niente da invidiare sia sul versante del groove che della varietà espressiva.

Track Listing: Lima Bean; Slow Zig; Addis; 32nd Street; Deep Eyes; Mae Mae; Oladipo.

Personnel: Wil Blades: Organo Hammond B-3, clavinet; Scott Amendola: batteria, percussioni.

Year Released: 2017 | Record Label: Sazi Records | Style: Beyond Jazz


Related Video

Shop

More Articles

Read Disappeared Behind the Sun CD/LP/Track Review Disappeared Behind the Sun
by Karl Ackermann
Published: March 29, 2017
Read Innate CD/LP/Track Review Innate
by Bruce Lindsay
Published: March 29, 2017
Read The Seasons CD/LP/Track Review The Seasons
by Edward Blanco
Published: March 29, 2017
Read Planets + Persona CD/LP/Track Review Planets + Persona
by Glenn Astarita
Published: March 29, 2017
Read avantNOIR CD/LP/Track Review avantNOIR
by Nicola Negri
Published: March 29, 2017
Read Peace and Love: A Tribute to Will Connell CD/LP/Track Review Peace and Love: A Tribute to Will Connell
by Troy Dostert
Published: March 28, 2017
Read "Saturday Songs" CD/LP/Track Review Saturday Songs
by Jakob Baekgaard
Published: August 5, 2016
Read "Brian Bromberg" CD/LP/Track Review Brian Bromberg
by Dave Wayne
Published: May 28, 2016
Read "Jim Crow's Tears" CD/LP/Track Review Jim Crow's Tears
by James Nadal
Published: November 10, 2016
Read "Fellowship" CD/LP/Track Review Fellowship
by Dan Bilawsky
Published: February 22, 2017
Read "Cantos Invisíveis" CD/LP/Track Review Cantos Invisíveis
by Troy Collins
Published: November 18, 2016
Read "King Of Xhosa" CD/LP/Track Review King Of Xhosa
by James Nadal
Published: January 23, 2017

Post a comment

comments powered by Disqus

Support All About Jazz's Future

We need your help and we have a deal. Contribute $20 and we'll hide the six Google ads that appear on every page for a full year!