All About Jazz

Home » Articoli » General Articles

2

Save The Date - Luglio 2015

Luca Canini By

Sign in to view read count
Dopo la vacanza forzata di giugno, organizzata all'ultimo vista la sconfortante carenza di spunti degni di nota, torna Save The Date, l'agenda mensile di All About Jazz dedicata agli appuntamenti imperdibili. Non che ci aspetti un luglio memorabile, ma qua e là, setacciando cartelloni e programmi, qualche concerto da cerchiare in rosso lo si trova. Prima però una piccola rimostranza. La Compagnia di San Paolo, fondazione bancaria tra le più vetuste e danarose a livello nazionale, ha sforbiciato dal bando annuale per lo spettacolo, che ha distribuito a pioggia 4 milioni di euro, il piccolo contributo che consentiva a Novara Jazz di organizzare la stagione invernale del festival. Il tutto a programma in fase avanzata di lavorazione e con alcuni gruppi già confermati. Uno scherzo da prete che rischia di mettere in seria difficoltà una delle rassegne più vitali e intriganti che ci siano in circolazione. Dispiace. Per quanto fatto, e per quanto ancora farà, Novara Jazz meritava più rispetto e considerazione. E ora i consigli.

4 Luglio-13 Agosto -Clusone. A proposito di festival che meritano rispetto e considerazione, resiste strenuamente Clusone jazz. Grazie al coraggio e alla tenacia di chi ogni anno è costretto a ingaggiare uno sfiancante corpo a corpo con enti, istituzioni e sponsor per riuscire a raggranellare un budget che garantisca il minimo flusso vitale alla rassegna. Che per l'edizione 2015, la numero 35, si conferma attentissima e intrigante. Tra gli appuntamenti da non perdere, tra il Sebino, la Valcamonica e gli angoli più incantati della deliziosa Clusone, l'esibizione dell'ottetto Multi Kulti di Cristiano Calcagnile, del duo Groove & Move, Pasquale Mirra e Gabriele Mitelli, della coppia Bojan Z-Michel Portal, del nuovo progetto di Fabrizio Puglisi dedicato a Monk, degli Standard Soks, Giulio Corini e Simone Massaron, e del nuovo fenomeno della fisarmonica, Vincent Peirani, che salirà sul palco della Corte Sant'Anna con il sassofonista Emile Parisien. Buon Clusone a tutti.

9-19 Luglio -Perugia. Umbria Jazz. Poco altro da aggiungere. Indirizzi e limiti sono quelli di sempre. Quindi per quest'anno ci -e vi—risparmiamo il piagnisteo di rito per questa o quella bestialità. Mentre un paio di dritte ci togliamo lo sfizio di darvele. La prima: seguite con attenzione i concerti confinati in quella sorta di riserva indiana che si chiama "Young Jazz" (spazio gestito dall'omonimo festival di Foligno). Una sorta di cartellone dentro il cartellone che ospiterà i concerti del Vijay Iyer Trio, ad esempio, dei danesi Jakob Bro e Maria Faust e degli olandesi Ben van Gelder, Reinier Baas e Han Bennink. La seconda. Per quel che riguarda le stelle di prima grandezza, occhio alla doppia coppia Lady Gaga-Tony Bennett e Caetano Veloso-Gilberto Gil. Siamo lontani anni luce dal jazz, ma c'è di che essere almeno curiosi.

22-25 Luglio -Terracina. Una piccola rassegna di frontiera che sta a cuore ad All About Jazz Italia. Torna per l'edizione numero due il Terracina Jazz Fest, creatura del signor Rudi Records, Massimo Iudicone. Daniele Sepe, Antonello Salis, Alberto Popolla e Fabrizio Spera tra gli ospiti. Prendetevi qualche serata libera.

17 Luglio -Arese. Una serata con i giganti dell'hard bop. Per La Piazza in Jazztorna in Italia la all star band The Cookers, al secolo Billy Harper al sax tenore, Donald Harrison al contralto, Eddie Henderson e Dan Weiss alla tromba, George Cables al piano, Cecil McBee al contrabbasso e Billy Hart alla batteria. Solo a elencarli viene una stretta allo stomaco. Figuratevi a sentirli.

9, 10 e 11 Luglio -Prato, Santarcangelo e Roma. È sempre una festa quando di mezzo c'è Marc Ribot. Il chitarrista di Newark sarà di nuovo in Italia per tre date da cerchiare e ricerchiare in rosso. Stavolta alla testa del Ceramic Dog Trio, completato da quel fenomeno di Ches Smith e dall'alchimista Shahzad Ismaily. Prato, Santarcangelo, Roma: per il dove fate voi. Ma non lasciatevelo scappare.

23 Luglio -Genova. Per Gezmataz unica data italiana del mini tour europeo del New Standard Trio, ovvero Jamie Saft al pianoforte, Bobby Previte alla batteria e sua maestà Steve Swallow al basso elettrico. Classe obliqua. Da vedere. E da ascoltare.

Foto
Barbara Rigon.

Tags

comments powered by Disqus

Related Articles

Read "Solo: Reflections and Meditations on Monk & Najwa" Multiple Reviews Solo: Reflections and Meditations on Monk & Najwa
by Doug Collette
Published: December 23, 2017
Read "Lee Konitz 90th Birthday Celebration at Regatta Bar" Live Reviews Lee Konitz 90th Birthday Celebration at Regatta Bar
by Steve Provizer
Published: February 13, 2018
Read "The Michael Landau Liquid Quartet" SoCal Jazz The Michael Landau Liquid Quartet
by Jim Worsley
Published: February 19, 2018
Read "Festival Trieste Loves Jazz 2017" In Pictures Festival Trieste Loves Jazz 2017
by Joze Pozrl
Published: August 13, 2017
Read "Minimalist Guitar: Clouds and Dreams" Multiple Reviews Minimalist Guitar: Clouds and Dreams
by Geno Thackara
Published: March 23, 2018