All About Jazz

Home » Articoli » Album Review

1

Ritmos Unidos: Ritmos Unidos

Angelo Leonardi By

Sign in to view read count
Ritmos Unidos: Ritmos Unidos
Il percussionista Michael Spiro ha coinvolto gli alunni della Jacobs School of Music -dipartimento dell'Indiana University-e guida questa formazione spaziando tra le differenti diramazioni della musica latina. Vediamo quindi coesistere in un'unico percorso musicale le varie forme del latin jazz e i folklori delle isole dei caraibi (Cuba, Porto Rico, Trinidad, Tobago) con suggestioni che vengono da Brasile e Venezuela.

Dopo aver esordito nel 2012 con Funklorico! in quest'incisione Ritmos Unidos perfeziona gli elementi chiave della sua musica: un coinvolgente groove, inventivi assoli, innesti vocali tradizionali. Il tutto integrato da variopinti arrangiamenti che evidenziano la coesione dell'ensemble. Nonostante l'ampia varietà di riferimenti stilistici, il Ritmos Unidos esprime un'ammirevole integrità stilistica e il risultato è all'altezza delle migliori band latine.

Il cuore del disco e la sintesi più interessante è data dalla "Ochun Suite," dedicata alle divinità afro-cubane delle acque e divisa in tre parti. La prima, "Fragments" si apre con un lirico dialogo tra ritmi cubani e pianoforte per lasciare spazio all'orchestra in "Chaweleke" dove un classico latin jazz si trasforma in un concitato episodio che fa incontrare canti yoruba con la salsa. La terza parte "Iyesa for Ochun" è prettamente afrocubana ed è un frammento cerimoniale percussivo/vocale della Santeria dedicato all'orisha dell'amore, del matrimonio e della maternità.
Nei brani successivi il clima cambia ancora. Si passa da un pezzo di Wes Montgomery (che coniuga dinamici interventi jazzistici di Joel Tucker, Pat Harbison, Wayne Wallace e Jamaal Baptiste con altri innesti vocali afro-cubani) a una variopinta riscrittura dello shorteriano "Water Babies" e altre cose ancora.

Track Listing

Ritmos Unidos; Ochun Suite; Road Song; Water Babies; Nariva al Amanecer; Pan Rising.

Personnel

Pat Harbison: tromba; Nate Johnson: sax tenore, voce; Jamal Baptiste: pianoforte, tastiere; Joel Tucker: chitarra; Jeremy Allen: basso el.; Joe Galvin: percussioni, voce; Mike Mixtacki: batteria, timbales, voce; Michael Spiro: percussioni.
Ospiti: Wayne Wallace: trombone; Liam Teague: steel drum; Kevin Bobo: marimba.

Album information

Title: Ritmos Unidos | Year Released: 2015 | Record Label: Patois Records

Post a comment about this album

Listen

Watch

Tags

View events near Indianapolis
Jazz Near Indianapolis
Events Guide | Venue Guide | Get App | More...

Shop Amazon

More

Read Data Lords
Data Lords
Maria Schneider Orchestra
Read Sleepy Town
Sleepy Town
Jamie Pregnell
Read Momento
Momento
Dave Milligan
Read Peace
Peace
Spirit Fingers
Read Warmer Than Blood
Warmer Than Blood
Chris Montague
Read Off Brand
Off Brand
Collage Project
Read Expanding Light
Expanding Light
Whit Dickey Trio
Read Iron Starlet
Iron Starlet
Connie Han

All About Jazz needs your support

Donate
All About Jazz & Jazz Near You were built to promote jazz music: both recorded and live events. We rely primarily on venues, festivals and musicians to promote their events through our platform. With club closures, shelter in place and an uncertain future, we've pivoted our platform to collect, promote and broadcast livestream concerts to support our jazz musician friends. This is a significant but neccesary effort that will help musicians now, and in the future. You can help offset the cost of this essential undertaking by making a donation today. In return, we'll deliver an ad-free experience (which includes hiding the bottom right video ad). Thank you.

Get more of a good thing

Our weekly newsletter highlights our top stories and includes your local jazz events calendar.